Superbike: chi era Ben Godfrey, il pilota morto ieri in pista (video)

lunedì 22 giugno 18:31 - di Davide Ventola

Il pilota 25enne di superbike Ben Godfrey ha perso la vita in seguito a uno scontro con un’altra moto nel circuito di Donington Park. Il fatto è accaduto ieri durante la seconda sessione di gruppo del “No Limits Trackdays”. La notizia della morte del giovane pilota è stata ufficializzata attraverso la pagina ufficiale della competizione.

“Durante la seconda sessione di gruppo avanzata della nostra giornata di No Limits Track oggi a Donington Park, Ben Godfrey, 25 anni, si è scontrato con un’altra moto approcciando la Redgate ed è caduto dalla sua moto. Tragicamente, ha subito gravissime lesioni e nonostante l’immediata assistenza medica a terra, è deceduto a causa delle stesse poco dopo”.

Ben Godfrey era una promessa dalla Superbike

Il direttore dell’evento ha voluto ricordare con queste parole lo sfortunato pilota: “Ben era davvero un ragazzo fantastico ed era amico di tante persone nel paddock, sorrideva sempre e aveva tempo per tutti. Era molto eccitato per l’inizio della stagione e aveva partecipato a molti eventi in pista nell’ultimo mese. I nostri pensieri sono con la sua famiglia, il suo compagno Jordan e i suoi compagni di squadra e amici”.

Ben Godfrey ha corso nel campionato britannico Superbike, ed era considerato tra i piloti più promettenti, con una buona carriera alle spalle e tanto potenziale da poter esprimere.

Il circuito di Donington Park legato alla leggendaria gara di Senna

Il circuito di Donington Park sorge a pochi passi dalla foresta di Sherwood. Il tracciato, che si trova all’interno di un anfiteatro naturale che favorisce la sua visione agli spettatori, è misto-veloce, con medie che sfiorano i 160 km/h (per la MotoGP) e contiene elementi che mettono alla prova i piloti, come i saliscendi e alcune curve veloci che obbligano a frenate ed accelerazioni brusche. Per gli amanti dei motori, il circuito resta legato a una gara memorabile di Formula Uno vinta da Ayrton Senna nel 1993. Una gara passata alla storia per una serie di sorpassi del pilota brasiliano, impressi nella memoria di ogni appassionato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica