Segreto di Stati (generali). Che cosa nasconde Conte

sabato 13 Giugno 6:00 - di

Il bello è che Conte vuole stare in tanta solitudine adulatrice per una decina di giorni. Solo così il presidente del Consiglio potrà occultare il vuoto delle idee che esprime. Centinaia di consulenti, task force in quantità industriale, interviste a giornali unificati: la somma è il nulla mischiato col niente. Conte deve nascondere molte cose. Entra a Villa Pamphili con un carico enorme di tasse sugli italiani e rischia di uscirne con la straordinaria idea di un’imposta patrimoniale. Dovrà raccontare ai suoi plauditores che voleva abbattere la burocrazia; ma gli ha messo in mano ben 98 decreti attuativi per il decreto battezzato simpaticamente rilancio. Per farsi sentire da Renzi prometterà infrastrutture. Tanto non sarà Conte a dover posare la prima pietra per quanto tempo saremo costretti ad aspettare. Lo sviluppo che dovrà evitare di far tradurre persino ai suoi ospiti internazionali sarà quello dell’industria delle poltrone, autentica specialità dei grillini di lotta (un tempo) e di governo (ora). Insomma, a Conte toccherà spiegare l’Italia casuale di oggi e per questo non vuole farlo sapere troppo in giro. Ovviamente, i media si dovranno accontentare delle sue logorroiche conferenze stampa e delle dritte di Rocco Casalino. Che almeno tenterà di vivacizzare i momenti di tristezza e noia dei giornalisti. C’è da scommettere che non una parola sarà riservata all’invasione prossima ventura dell’Italia. Qualunque sillaba dovesse pronunciare il premier sull’argomento rischia di scontentare europei o italiani o entrambi.

Nessuno deve sapere

Silenzio di tomba, ovviamente, su scuola e giustizia. Il diritto è una variabile dipendente dagli umori della politica. L’apprendimento una scienza in plexiglass. Alla fine, chissà quanti si chiederanno a che cosa sarà servito radunare tutto quel popo’ di esperti sotto la guida di Vittorio Colao. Non uno straccio di provvedimento serio per l’Italia, ma montagne di pagine e chiacchiere. Per di più con la coda perditempo degli stati generali all’insegna della segretezza. Ma solo noi vediamo così strana questa politica? Solo noi proviamo disgusto per un modo di procedere che è il contrario della democrazia? Bussiamo e chiediamo trasparenza. Conte risponde con il buio su quello che combina. È solo una finzione scenica. Ed è il motivo per cui l’Italia senza questo governo non ci perderebbe alcunché.  

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pino 14 Giugno 2020

    Mattarella! Le cupole hanno sempre un capo. Inutile affannarsi con la vecchia gerarchia di uomini, ominicchi, quaraquaquà. La condizione del paese è eccezionalmente grave e
    l’unico conte che conta è l’elemento tempo, che gli consente la messa a punto della trappola per l’Italia. A condizioni eccezionali vi siano atti eccezionali, altrimenti è vero che la democrazia è un ‘non bene’ se lasciata in mano ai sottopancia che gestiscono i ‘servizi’ !

  • Menono Incariola 13 Giugno 2020

    Piu’ che continuare inutilmente a “bussare”, questo direi e’ il momento di “sprangare”!
    Oramai i ruoli di Destra e Sinistra si sono invertiti, e bisogna ricordare come la sinistra vinse molte battaglie sui diritti dei lavoratori: certamente non solo con belle parole, ma con piazze che minacciavano di dar fuoco ai palazzi.

  • avv.alessandro ballicu 13 Giugno 2020

    è un’iniziativa eversiva perchè sottrae al parlamento le scelte di politica economica,
    è propedeutico alla richiesta, premeditata e scellerata, di chiedere prestiti alla ue , al di là dei nomi in inglese e/ o acronimi vari, che sono subordinati a riforme ( anticostituzionali) ultra liberiste( ulteriori privatizzazioni, liberalizzazioni, digitalizzazione totale) che avranno come unico risultato: distruggere posti di lavoro; ridurre guadagni e diritti dei lavoratori, consentire alla cina ed alle multinazionali straniere di comprare a vil prezzo: beni , imprese , monumenti e bellezze naturali del paese.
    praticamente : alto tradimento, intelligenza con lo straniero. conte è l’ennesimo commissario liquidatore al servizio della plutocrazia, traditore della patria

  • Pino 13 Giugno 2020

    Il problema vero è Mattarella, che ha reinventato la lettura della costituzione ed ha cancellato i contrappesi istituiti dai costituenti. Ma non si riesce a neutralizzarlo? Nulla di cruento, per l’amor diddio tutto secondo le tradizioni, nessuno si scanti !

  • Cervohold 13 Giugno 2020

    Forse devono nascondere il fatto che prendono ordini dalla UE, che lesina le palanche, ma pretende riforme tutte contro gli interessi del popolo italiano. Il loro credo è che il popolo va educato per forza o per amore, tutti i provvedimenti approvati da Agosto in poi intaccano, tanto o poco, le libertà individuali del cittadino, un passo alla volta gli Italiani si ridurranno come i cinesi ai tempi della Rivoluzione Culturale. Tocca a noi dire resistere…….resistere…………..resistere.

  • federico 13 Giugno 2020

    Segreti? Bastava andarci! Eravate state invitati! È stato un enorme errore non andarci: forse qualche consenso in più in cambio dell’irrilevanza internazionale. Non vi abbiamo votati affinchè ve ne stiate a casa. Spero qualcuno dei vs leader approfitterà del tempo libero per studiare almeno l’inglese

  • Afdero 13 Giugno 2020

    Opposizione ci sei? Oppure il popolo deve fare da se?

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )