Giu 30 2020

Girolamo Fragalà @ 09:09

Migranti algerini sbarcano sulla spiaggia di Porto Pino in Sardegna davanti a centinaia di bagnanti 

Proseguono gli sbarchi di migranti algerini sulle coste della Sardegna, ora anche sulla spiaggia, alla presenza di centinaia di bagnanti. E fioccano le polemiche e le proteste. Nel fine settimana circa 90 immigrati sono arrivati a bordo di barchini nel Sulcis iglesiente, nella zona di Porto Pino. La zona è diventata un punto di approdo facilmente raggiungibile dall’Algeria. Prese di mira pure le spiagge di Domus de Maria, in provincia di Cagliari. Nei giorni scorsi, per la prima volta, un’imbarcazione con tre tunisini è sbarcata nel molo di Su Siccu, nel capoluogo.

Il clamoroso sbarco dei migranti algerini

A Porto Pino è avvenuto il clamoroso sbarco di migranti algerini, poi seguito da altri sbarchi. L’arrivo nel porticciolo di fronte alla baia c’è stato davanti a tantissimi bagnanti che hanno assistito alla scena in diretta. Il barchino era spinto da un motore di 40 cavalli. «È assurdo che nemmeno al tempo del Covid il Governo controlli e blocchi gli sbarchi degli algerini». Lo afferma il capogruppo di FdI in Commissione Difesa, Salvatore Deidda. Nell’aula della Camera ha chiesto l’informativa urgente del ministro degli Interni sulla situazione sbarchi.

FdI: «Ecco i risultati di Conte e Di Maio…»

«Da anni chiedo interventi in materia e nessuno ha risolto la questione. Questa volta è accaduto in mezzo a centinaia di bagnanti, cos’altro deve accadere perché si aprano gli occhi? Più volte Conte e Di Maio si sono recati in Algeria e nonostante promettesero zero sbarchi ecco i risultati. Mentre attendiamo il ministro Lamorgese in aula per un confronto, rilanciamo la proposta di navi militari che vigilino nel nostro mare, in pieno accordo con l’Algeria. Tra il Covid, criminalità e terrorismo non è più tempo di annunci ma di fatti», conclude Deidda.

Rischi per la sicurezza

«Gli sbarchi di migranti algerini sulle coste sarde sono un pericolo per la sicurezza e la salute». Lo dice Ugo Cappellacci, deputato di Forza Italia. «Con il suo immobilismo il Governo si assume una gravissima responsabilità. Sulla questione sicurezza, sia i servizi segreti che Frontex hanno esposto in maniera eloquente la situazione. Per quanto riguarda la salute pubblica, gli arrivi di soggetti positivi al Covid 19 rappresentano un pericolo per un’isola che, sostenendo un costo altissimo sul piano economico e sociale, sta tentando di uscire dall’incubo».

Migranti algerini, il governo fa lo struzzo

«Ho già presentato in questi anni una serie interminabile di interrogazioni, ordini del giorno e interpellanze sul tema, ma il Governo continua a fare lo struzzo. Questa non è accoglienza umanitaria, è un traffico di persone umane che diventa in questo momento un vero e proprio attentato alla salute, alla sicurezza della nostra comunità».