L’attore Manlio Dovì: se sei di destra lavorare è difficile, la sinistra si coccola i suoi pupilli…

martedì 23 giugno 15:25 - di Redazione

Manlio Dovì, attore famoso per le storiche imitazioni del Bagaglino (Cossiga, Carlo d’Inghilterra, Sgarbi) non ha mai nascosto le sue simpatie di destra. E in un’intervista a Libero sottolinea quanto questo aspetto abbia pesato sulla sua carriera.

“Quando decisi di intraprendere questa carriera – racconta Manlio Dovì –  mio padre mi disse: “vuoi fare l’attore? Bene, sappi che è difficile. E poi, dimmi: sei di sinistra?”. Risposi di no e lui controbatté con un sonoro “Allora è doppiamente difficile”. Ed anche Florestano Vancini, per il quale ho avuto l’onore d’interpretare il protagonista del suo ultimo film E ridendo l’uccise, mi confessò che trovò mille difficoltà proprio perché non ero “schierato” dalla parte giusta. In realtà, la sinistra ha sempre sfruttato tutti i settori dell’intrattenimento e della comunicazione, coccolando i propri “pupilli” (non me lo sono certo messo in braccio io Berlinguer), con l’incomprensibile pretesto che la cultura sia di sinistra, e chi non lo è si ritrova a gareggiare, in Formula 1, con i go-kart».

Dovì, che ad ottobre ritorna con la commedia La stranissima coppia, insieme a Patrizia Pellegrino, parla anche del futuro degli artisti e dell’arte in Italia: “Vorrei vedere più arte, creatività all’insegna del buongusto e comunicatività, meno ripetitività ed ovvietà. Soffro come tutti questo decadentismo culturale, come se la nostra storia fosse cancellata. Mi mancano i De Sica, i Monicelli, i Moravia e così via…”.

Dovì ha iniziato la sua carriera nell ’87 con Fantastico 7 ed è poi  diventato popolare con il Bagaglino, programma in voga fino al 2009. Punta di diamante di Creme Caramel, Bucce di Banana e diversi spettacoli di Pier Francesco Pingitore.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • paolo 24 giugno 2020

    Caro Dovì, sono un Tuo ammiratore, in particolare, all’epoca del “Bagaglino”. I comunisti e sinistra insieme mandali in quel paese, poichè la saccenteria e la arroganza trova facile ospitalità al loro interno!.

  • ADRIANO AGOSTINI 24 giugno 2020

    E’ cosa risaputa. Vittorio Gassman, il più grande attore della seconda parte del 900, non ha mai avuto una commemorazione perché di destra.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica