Lapsus di Salvini: “I porti chiusi hanno fatto migliaia di morti”. E la sinistra esulta (video)

giovedì 18 giugno 12:47 - di Lucio Meo

“I porti aperti hanno salvato vite. I porti chiusi condannano a morte migliaia di persone”. Il lapsus di Matteo Salvini, ieri al Senato, nelle repliche al premier Conte, è finito nel mirino di centinaia di commentatori di sinistra. Il leader della Lega, nel suo intervento al Senato, era incorso in un errore, poi corretto. “I porti aperti condannano a morte… Qualcuno rimpiange la schiavitù, non sono io a rimpiangere la schiavitù e la tratta di essere umani”. Tanto è bastato per scatenare i suoi “haters” personali con commenti e ironie. “Potremmo esser di fronte alla più grande conversione del secolo“, scherza Alessandra Bogli su twitter, come riporta l’agenzia Dire. “Secondo Freud, la presenza di lapsus è un indice di un conflitto all’interno dell’individuo. Il suo inconscio non sopporta più le bufale che pensa!”. L’account di Più Europa si getta a pesce: “Totalmente d’accordo con il lapsus di Salvini”, così come i deputati Pd, reduci dagli insulti sulle ciliegie. Alessia Morani, sottosegretaria presso il ministero dello Sviluppo Economico, ha twittato: “Salvini confessa in diretta che “I porti chiusi condannano a morte migliaia di persone”. https://youtu.be/NCTG7shkIa0

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica