Immuni, Giorgia Meloni non ci sta: “Ho 7 domande per il governo. Rispondano e poi ne riparliamo”

venerdì 26 giugno 13:34 - di Federica Parbuoni
immuni

Sette “semplici domande” per far ricredere lei e soprattutto gli italiani su Immuni. A porle a governo e maggioranza è stata Giorgia Meloni, dopo le polemiche che l’hanno investita per aver “osato” avvertire sulla poca trasparenza e sui rischi che la App comporta.

Su Immuni “gravissimi aspetti di opacità”

“Il governo e le forze di maggioranza mi hanno attaccato perché ho sconsigliato di scaricare la app Immuni in quanto è stata introdotta senza rispettare la legge e presenta gravissimi aspetti di opacità“, ha scritto Meloni sulla sua pagina Facebook, chiarendo però che “c’è un modo per far ricredere me (cosa poco importante) e soprattutto gli italiani (che è la cosa fondamentale)”. “Il governo risponda a sette semplici domande sulla app Immuni”, ha chiesto la leader di FdI, sfidando M5S e Pd sulla trasparenza.

Le 7 domande di Giorgia Meloni al governo

Meloni quindi ha elencato una per una le domande che restano, ad oggi, senza risposta, nonostante la battente campagna per far scaricare Immuni. Eccole:

1) Perché non è stata adottata una procedura ad evidenza pubblica per l’individuazione del soggetto titolare della concessione del codice sorgente, come richiederebbe il Codice degli appalti?

2) Chi deve assicurare cancellazione e anonimizzazione definitiva dei dati personali, posto che sia uffici parlamentari sia Garante della privacy hanno evidenziato che la norma non lo specifica?

3) Perché non sono state introdotte sanzioni adeguate e specifiche in caso di mancata cancellazione o anonimizzazione dei dati e neppure nel caso di illecito riutilizzo e divulgazione degli stessi, nonostante la richiesta esplicita in tal senso da parte (anche) del garante della privacy?

4) Posto che la norma che introduce Immuni recita che i dati sono conservati “ANCHE” nei dispositivi mobili degli utenti, in quale altro luogo sono conservati? Oppure è solo un errore nel testo?

5) Perché Immuni non è stata introdotta tramite Legge, discussa in Parlamento, ma solo attraverso atti amministrativi, nonostante riguardi la privacy e la libertà dei cittadini?

6) Quali obblighi di legge e comportamentali hanno i cittadini che scoprono attraverso Immuni che sono entrati in contatto con un soggetto potenzialmente positivo, posto che la norma non lo specifica?

7) Perché il governo e la maggioranza hanno bocciato tutti gli emendamenti presentati da FdI per risolvere queste criticità?

“Il governo risponda pubblicamente e in modo chiaro”

“Fin quando il governo non risponderà pubblicamente e in modo chiaro a tutte queste domande noi – ha concluso Meloni – invitiamo, per senso di responsabilità, i cittadini a non scaricare questo opaco strumento“.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Luca Mercalli 29 giugno 2020

    Perfettamente d’accordo con la Meravigliosa GIORGIA MELONI.come non esserlo??

  • Andrea Marconcini 26 giugno 2020

    Presidente Meloni vado fuori tema ma vorrei ringraziarla( come invalido civile a causa di una malattia congenita al cuore) per essersi sempre interessata alla situazione umiliante e ingiusta in cui si trovano un milione di persone che sono costrette a vivere con appena 290 euro al mese.La Cassazione ha recentemente ribadito l’ingiustizia di questo assegno sollecitando la politica a porvi rimedio quanto prima.Presidente Lei è più volte intervenuta prima,durante e dopo le elezioni e perciò disinteressatamente e senza demagogia per testimoniare la sua vicinanza e volontà di cambiare finalmente le cose portando l’assegno a una cifra dignitosa.La mia non è assolutamente una sviolinata nei suoi confronti né una richiesta di favore perché quello che rivendico e in un certo senso pretendo è semplicemente un diritto sacrosanto.Mi dispiace constatare che molti esponenti di rilievo di praticamente tutte quante le forze politiche al momento del voto ,durante la campagna elettorale,fingono di compatirci(nel senso buono del termine) e lacrimando come coccodrilli giurano di venirci in aiuto una volta alla guida del Paese.La prego solo di una cosa,non ci deluda pure Lei quando tra non molto sarà chiamata a governare la sesta potenza mondiale , potenza mondiale che nel 2020 lascia un milione di suoi figli con una pensione da fame e continua il suo percorso come se nulla fosse.Grazie.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica