I cioccolatini si chiamano Moretti? Sono razzisti: banditi dai negozi. L’assurdo caso di dittatura politically correct

giovedì 11 giugno 16:55 - di Filomena Auer
cioccolatini "razzisti" foto Ansa

L’ultimo diktat politically correct ha dell’assurdo. E ci mancava solo questa. Che la glassa di cioccolata, scura, che ricopre un cuore di panna, candido, potesse subliminalmente rimandare a messaggi discriminatori. E così, i gustosi cioccolatini svizzeri chiamati Moretti finiscono banditi dai supermercati della Migros, nota catena svizzera. Una polemica di lungo corso, culminata nella discutibile decisione odierna, quella sul prodotto, andata avanti anche troppo a luno tra polemiche sterili e inutili, quanto pretestuose dissertazioni sul tema.

L’ultimo diktat politically correct, cioccolatini razzisti: si chiamano Moretti…

E così, tra petizioni e lamentela, il popolo politically correct l’ha avuta vinta. E come riporta tra gli altri il sito dell’Agi, da oggi «è razzista» chiamare moretto un dolce al cioccolato con panna al suo interno e via al ritiro dagli scaffali della leccornia «prodotta dal 1946 dalla Dubler, azienda del Cantone dell’Argovia, nel nord del Paese, dove sono conosciuti come Mohrenkopf,  teste di moro». Inutile dire che la sorprendente iniziativa ha avuto una grande eco sociale, oltre che un impatto sul marketing dell’azienda. Anche se, la prelibatezza al cioccolato svizzero non sparirà dal mercato. Infatti, come fa sapere sempre l’Agi, «la decisione riguarda solo la Dobler, l’unica azienda che si ostina a chiamare i dolci col suo nome originale, mentre gli altri li hanno ribattezzati da tempo con un più universale kiss».

Petizioni e polemiche online: i contrari all’iniziativa su Twitter

Una decisione dai risvolti a dir poco grotteschi che nel corso del tempo ha assunto sui social connotati davvero imprevedibili. Su Twitter, intanto, la polemica continua a montare: e in perfetto multilinguismo puramente elevetico. E tra chi parla di «nuova, dilagante e subdola dittatura del politicamente corretto»; chi sente violati e profanati tanti ricordi d’infanzia legati al famoso cioccolatino, sono tante le reazioni indignate postate dagli utenti. E non solo dai consumatori del prodotto. tanto che c’è stato persino chi, da religioso, si è schierato apertamente, ironizzando online: «Oggi Migros non chiama più così i Moretti per rispetto. Ma di cosa? E io che sono un sacerdote potrò esigere che Migros dia un nome nuovo agli strozzapreti?».

Esultano gli integralisti del politically correct

Di contro, naturalmente, esultano gli alfieri dell’integralismo politically correct. E come riporta sempre l’Agi, dopo una petizione di promossa da affiliati al Comitato contro i dolci razzisti che nel 2017 chiedevano di abolire il nome “palesemente razzista”, anche una ricercatrice dell’Università di Basilea ulle pagine della NZZ Franziska Schutz ripertica il suo post. Un messaggio rilanciato per «decolonizzare la nostra lingua per evitare un futuro di nuovi drammi legati alla migrazione». Roba da matti: che troppa dolcezza dia alla testa?

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Stefano 12 giugno 2020

    Oramai la stupidità e l’ ignoranza non hanno più confini, questa storia del nome di un cioccolatino è semplicemente grottesca, ma l’ arroganza di minoranze rumorose e compatte non è da sottovalutare perchè oggi sono i cioccolatini, ma domani ? abbiamo visto esagitati demenziali abbattere le statue di Cristoforo Colombo e pochi a condannare questi atti di una stupidità e pericolosità sottovalutata, scusate ma a me a vedere quelle scene l’ unica cosa che mi è venuta in mente non è stata la sacrosanta lotta al razzismo, ma i falò dei libri a Berlino. Avrò anche una visione limitata degli eventi, ma una protesta contro la violenza fatta da gente che distrugge e saccheggia non la accetto e la condanno senza se e sanza ma.

  • lamberto lari 12 giugno 2020

    Siamo ridicoli e buffoni! CHISSA’ COME LA PENSERA’ AD ES: NANNI MORETTI…..PRESTO DOVRA’ CAMBIARE COGNOME AH AH AHA AH CHE RISATE…..SI CHIAMERA’ NANNI KISS, AH AH AH AH!!! MI STO SGANASCIANDO PER QUANTO SONO CRETINI STI BUFFONI

  • Sergio 11 giugno 2020

    Sicuri che il problema siano le “Destre”?

  • fazio 11 giugno 2020

    toscani attenzione che con il governatore falce e martello dovrete cambiare nome al morellino di scanzano perchè sarà dichiarato vino razzista dai radical scic.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica