Floyd, Minneapolis smantella il Dipartimento di polizia: rapporto tossico per la città

lunedì 8 giugno 13:51 - di Roberto Frulli

Il Consiglio comunale di Minneapolis ha votato a favore dello smantellamento del Dipartimento di polizia, accusato di razzismo per l’uccisione di George Floyd.

Il Dipartimento di polizia di Minneapolis è finito nella bufera dopo che quattro agenti, poi licenziati e, quindi, arrestati, sono finiti sotto processo per coinvolgimento nell’omicidio di  Floyd.

”Il nostro impegno è quello di mettere fine al rapporto tossico con il Dipartimento di polizia di Minneapolis. Mettere fine alla polizia, come la conosciamo. E ricreare sistemi per la sicurezza pubblica che ci facciano realmente sentire al sicuro‘, ha spiegato la presidente del Consiglio comunale, Lisa Bender.

In un comunicato, i rappresentanti del Consiglio comunale di Minneapolis hanno spiegato che ”decenni di sforzi per una riforma della polizia hanno dimostrato che il Dipartimento di polizia di Minneapolis non può essere riformato”.

E ammettono amaramente che “non verrà mai riconosciuto colpevole per le sue azioni”.

Oggi, intanto, l’ex-vicepresidente degli Stati Uniti, il democratico Joe Biden, ora in corsa per la Casa Bianca, andrà a Houston, in Texas, per un incontro privato con i familiari di George Floyd.

Biden non sarà invece presente fisicamente alla cerimonia funebre prevista per domani, quando avverrà la sepoltura di Floyd. Ma invierà un suo videomessaggio, come fanno sapere suoi collaboratori.

Non si fermano intanto le proteste, giunte al tredicesimo giorno, per la morte di Floyd.

Ieri a Washington una folla di manifestanti ha marciato dal DuPont Circle al tratto della 16th Street che ora porta l’enorme scritta “Black Lives Matter“.

In strada anche l’ex-candidato alla Casa Bianca Mitt Romney, primo senatore repubblicano a unirsi ai manifestanti.

Su Twitter, Romney ha condiviso una sua foto in marcia, a Washington, insieme a migliaia di altre persone e con la scritta ”Black Lives Matter

”Dobbiamo mettere fine alla violenza e alla brutalità. Dobbiamo garantire che la gente comprenda che la vita dei neri conta”, ha detto Romney a un giornalista del Washington Post.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • fazio 8 giugno 2020

    se vedete altri filmati si vede che i poliziotti mettono tutti il ginocchio sul collo questo fa capire che è una tecnica che sicuramente insegnano alla scuola di polizia quindi da incriminare è il metodo barbaro di come immobilizzare una persona quindi non serve depotenziare la polizia che è controproducente ma insegnare loro nuovi metodi meno invasivi.
    Poi Biden che va a casa dei parenti del deceduto è solo ai fini politici per avere il voto delle persone di colore.
    Viscido.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica