FdI al questore di Roma: «La donna che ha denunciato lo scandalo del campo rom va protetta»

venerdì 5 giugno 12:54 - di Milena Desanctis
FdI

Una delegazione di Fratelli d’Italia ha incontrato il questore di Roma. Un incontro nato dalla necessità  di riportare la legalità all’interno dei campi rom di Roma. L’iniziativa nasce «dopo i gravissimi fatti raccontati da Le Iene avvenuti dentro a un campo rom nella riserva naturale della Valle dell’Aniene, a pochissimi passi dal centro di Roma». Lo dichiarano in una nota il coordinatore regionale del Lazio di Fratelli d’Italia e deputato di FdI Paolo Trancassini, che ha guidato la delegazione all’incontro con il questore. Insieme al capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida e al vicepresidente della Camera Fabio Rampelli.

FdI: «La donna rischia pesanti ritorsioni»

Fatti gravissimi «venuti alla luce grazie al coraggio di una giovane donna che ha denunciato un giro di malaffare. Fatto di sversamenti illegali di rifiuti tossici, giri di usura, estorsioni, intimidazioni e violenze di vario genere». Dopo il servizio de Le Iene, raccontano gli esponenti di FdI «ci siamo recati dal questore di Roma, dottor Carmine Esposito, per ottenere alcuni chiarimenti e predisporre urgenti misure. Prima di tutto è prioritario garantire la sicurezza e l’incolumità di questa giovane donna che è rimasta a vivere all’interno del campo rom». A nostro avviso, scrivono gli esponenti di Fratelli d’Italia «rischia pesanti ritorsioni e bisogna mettere in campo ogni soluzione possibile affinché venga tutelata».

FdI: «Ripristinare con urgenza la legalità»

E poi ancora: «In secondo luogo, per chiedere quali siano stati gli interventi effettuati immediatamente dopo i gravissimi fatti denunciati. Chiederemo a breve anche un incontro con il prefetto di Roma. E solleciteremo il nostro gruppo consiliare in Campidoglio affinché ottenga al più presto un incontro anche con la sindaca Raggi. Bisogna ripristinare con urgenza la sicurezza e la legalità e per farlo servono infatti interventi immediati a più livelli istituzionali. Anche per questo, annunciamo sin da ora una interrogazione urgente al ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. E chiediamo al governo che attui il prima possibile un provvedimento ad hoc che finanzi interventi mirati. Aiutando i Comuni a disporre di sufficienti risorse per ripristinare la legalità e la sicurezza».

«La Raggi non attuato i Pics»

I parlamentari di FdI spiegano che «quanto accaduto infatti con il caso dei Pics, non deve più accadere». «Il finanziamento dei Pics era stato approvato grazie a una mozione a prima firma Giorgia Meloni approvata in Campidoglio ma purtroppo disattesa da Virginia Raggi a causa della mancanza di fondi». E poi infine: «Continueremo a batterci a tutti i livelli per ottenere il rifinanziamento del servizio di Pronto Intervento centro Storico per il decoro urbano, a tutela della sicurezza e della salute dei cittadini e per lo sgombero immediato dei campi irregolari».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica