Covid, il virus rallenta ma non molla la presa: 270 contagi in 24 ore, oltre il 50% sono in Lombardia. 72 i decessi

sabato 6 giugno 19:08 - di Filomena Auer
Covid-19 foto Ansa

Altri 72 morti per il Covid-19 in Italia. Il virus rallenta, ma non molla definitivamente la presa. L’epidemia non è finita, avverte l’Iss. Le vittime dall’inizio dell’emergenza sono 33.846, secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile. Nelle ultime 24 ore si registrano 270 nuovi casi di contagio, di cui il 52,5% è in Lomabrdia. Complessivamente il totale delle persone che hanno contratto il virus da inizio epidemia è di 234.801.

Covid-19, il virus rallenta ma non molla la presa: 270 contagi in 24h

I guariti sono 165.078, con un incremento di 1.297 unità rispetto a ieri. I casi attualmente positivi sono 35.877, vale a dire 1.099 in meno rispetto a 24 ore fa. In isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi 30.582 persone (pari all’85% degli attualmente positivi). Mentre 5.002 sono i pazienti ricoverati con sintomi. In terapia intensiva i degenti sono 293 (-23 rispetto a ieri); 5.002 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 299 pazienti rispetto a ieri. 30.582 persone risultano invece in isolamento

Covid-19, 5 Regioni a zero casi

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 19.499 in Lombardia. 4.167 in Piemonte. 2.416 in Emilia-Romagna. 1.164 in Veneto. 785 in Toscana. 245 in Liguria. 2.697 nel Lazio. 1.195 nelle Marche. 738 in Campania. 758 in Puglia. 104 nella Provincia autonoma di Trento. 866 in Sicilia. 161 in Friuli Venezia Giulia. 653 in Abruzzo. 100 nella Provincia autonoma di Bolzano. 28 in Umbria. 60 in Sardegna. 12 in Valle d’Aosta. 91 in Calabria. 121 in Molise e, infine, 17 in Basilicata. Cinque le Regioni a zero casi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica