Arriva la mascherina super tecnologica: protegge e rileva i sintomi. È Made in Italy

venerdì 5 giugno 16:33 - di Fortuna Cerri
mascherina

Arriva una mascherina ad alta tecnologia. Oltre a proteggere dal virus rileva anche sintomi riconducibili al Covid-19. Si tratta della AG47-Mask. Prende il nome dal simbolo chimico dell’argento e dal suo numero atomico. È stata sviluppata dal team Blue Matrix combinando materiali innovativi. Con  elettronica evoluta.

La mascherina a base di argento

Il dispositivo utilizza un sistema di filtraggio composito. Che, assieme ad altri materiali, impiega l’argento.  Grazie alle sue proprietà può garantire un’efficace protezione antibatterica e antivirale. Ed è abbinato ad un sistema di disinfezione termo-elettrico attivo. La AG47-Mask è dotata di una serie di sensori in grado di raccogliere un insieme di biosegnali. Questi segnali possono essere trasmessi a dispositivi esterni quali smartwatch o tablet. O a una piattaforma di telemedicina remota.

La mascherina intercetta i sintomi

«Questa soluzione permette di intercettare in modo automatico sintomi riconducibili al Covid-19». Spiega Alberto Concu, responsabile scientifico del progetto. «Permettendo una verifica medica tempestiva. E, se necessario, l’immediato inserimento della persona nei protocolli di isolamento». Il team si è avvalso di metodologie aerospaziali. Il tutto per ottimizzare la dinamica respiratoria e il dimensionamento del dispositivo. Per questo AG47-Mask sarà indossabile da chiunque. È rigenerabile e di lunga durata, leggera e confortevole.

Progetto high-tech

Spiega Ugo Bertelli, team leader di Blue Matrix: «Il team ha voluto dedicare le proprie energie a un progetto high-tech. Un progetto che garantisca la salute di pubblico e lavoratori. Stiamo affrontando la prototipazione di una maschera professionale che abbiamo battezzato AG-47. A ricordare l’argento impiegato nel suo innovativo sistema di filtraggio attivo.  Associando a questo il rilevamento precoce di sintomi premonitori del Covid-19. Sintomi  che vengono comunicati in tempo reale a un’unità remota».

Può essere utilizzata un’infinità di volte

Grazie alle sue doti di sicurezza e durabilità, AG47-Mask può essere riutilizzata un numero indefinito di volte. Il tutto grazie a un processo di sterilizzazione elettrotermico semplice, sicuro e rapido. La mascherina va collegata ad un alimentatore elettrico per circa 30 minuti. Nello sviluppo di questo progetto il team è stato supportato dalla Marina Militare. Messo a disposizione il laboratorio di misure elettriche dell’Arsenale di Taranto, e dall’Arpa di Taranto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Debora 13 giugno 2020

    É raro vedere cosí tanti errori di punteggiatura in un solo articolo. Complimenti!

  • REMO 6 giugno 2020

    COMPLIMENTI AL TEAM CHE LO HA SVILUPPATO.
    IL POPOLO ITALIANO SI DIMOSTRA SEMPRE ALL’ALTEZZA.
    LE MIGLIORI INVENZIONI SONO SEMPRE ITALIANE.
    LA NOSTRA INVENTIVA E’ INSUPERABILE, SIAMO I MIGLIORI, GLI ALTRI POSSONO AVERE I SOLDI M A NOI SIAMO INSUPERABILI.
    .
    VIVA L’ITALIA VIVA GLI ITALIANI, VIVA LE NOSTRE MENTI ECCELSE.
    CE LA FAREMO ANCHE QUESTA VOLTA, SIAMO GRANDI.

  • Rosa 6 giugno 2020

    Bravi italiani

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica