Usa, spuntano i corona party. Nella speranza di contrarre il virus. L’allarme nella contea di Walla

venerdì 8 maggio 12:43 - di Eugenio Battisti

Arrivano i corona party. L’ultima follia a stelle e strisce. La direttrice del Dipartimento per la salute della comunità della contea di Walla Walla ha dato l’allarme.  Si tratta di feste private organizzare nelle case di persone risultate positive al Covid-19. Vi partecipano uomini e donne sani nella “speranza”  di contrarre il virus. E dunque, secondo loro di immunizzarsi. Pseudoscienza? Medicina alternativa?

Negli Usa scoppia la moda del corona party

La logica dei pericolosi corona party è la stessa di chi organizza feste per bambini allestite per diffondere malattie tipiche dell’infanzia. Come morbillo o varicella. Anche questa moda nasce negli Usa. Party ad hoc per evitare di contrarre le stesse malattie in età adulta.

L’allarme oggi viene dalla Contea dello stato di Washington. La traccia dei contatti dei contagiati, infatti, ha rivelato che alcuni stanno partecipando a incontri di gruppo per ammalarsi di covid 19. Nuovi casi positivi dei test provengono da questi  incontri “scellerati”.  Nella cittadina di Walla Walle, 59mila abitanti, sono state registrate quasi un centinaio di persone positive al coronavirus nella sola giornata del 5 maggio. La maggior parte dei quali aveva in precedenza partecipato a uno di questi corona  party. Degli infetti inoltre, una gran parte sono dipendenti della Tyson Fresh Meats. Un disastro. Con trattamento e impacchettamento di carne bovina, dove su oltre mille dipendenti a cui è stato effettuato il tampone circa uno su otto è risultato positivo al Covid-19.

Il dipartimento sanitario della Contea Usa ha diffuso una nota allarmata: “Non sappiamo cosa sta accadendo. Ma almeno 25 dipendenti risultati positivi hanno confessato di aver partecipato a questo tipo di feste. Possiamo solo dire che è una cosa da irresponsabili. Tutto questo è inaccettabile perché mette a rischio la salute di tutti”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica