Sandra Milo si incatena a Palazzo Chigi. Conte finalmente apre le porte del suo castello (video)

mercoledì 27 maggio 17:57 - di Natalia Delfino
sandra milo

Una straordinaria Sandra Milo si è incatenata oggi davanti a Palazzo Chigi per dare voce alle istanze di autonomi e partite Iva, con particolare riguardo a quelle del mondo dello spettacolo. L’attrice 87enne ha chiesto e ottenuto di incontrare il premier Giuseppe Conte, al quale da settimane vengono rivolti appelli perché non abbandoni questi lavoratori. Appelli ai quali il presidente del Consiglio ha ritenuto di rispondere con quella frase sugli artisti che “ci fanno divertire” che non ha fatto altro che indispettire una categoria fatta di tanti professionisti dietro le quinte. Professionisti che ora si trovano in grave difficoltà.

L’appello di Sandra Milo per gli autonomi

“Sono qui – ha spiegato Sandra Milo – in rappresentanza di lavoratori autonomi e partite Iva. Rappresento il mondo spettacolo, il mondo di tutti gli autonomi. Siamo in difficoltà gravissima. Vogliamo come tutti che l’Italia si rimetta in piedi, però abbiamo bisogno che il governo ci riceva, che ascolti le nostre necessità, quali sono le nostre priorità e che insieme troviamo una soluzione a questi problemi terribili”. “Un attore può lavorare con la mascherina? La gente può aprire alle 11?”, ha quindi domandato la Milo.

La promessa mancata di Conte

La Milo ha poi ricordato di essere stata chiamata nei giorni scorsi da Conte, che aveva saputo che stava facendo lo sciopero della fame. Dopo averla convinta a interromperlo, facendo leva anche sulla sua età, il premier promise all’attrice che l’avrebbe richiamata per affrontare il destino dei lavoratori dello spettacolo. “Ma evidentemente – ha spiegato la Milo – i suoi gravi compiti gliel’hanno impedito. Ma io sono qui determinata. Non si può stare a casa e dire voglio questo voglio quello. Qualcuno – ha concluso – deve fare qualcosa per i nostri diritti”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Luisa 28 maggio 2020

    Povera Sandra che crede a quel personaggio seduto a palazzo Chigi. Persona sensibile? Si, dei miei stivali.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica