Nuova violenza in Emilia: immigrato marocchino molesta l’operatrice del centro di accoglienza

mercoledì 6 maggio 8:29 - di Paolo Sturaro
immigrato marocchino

L’accusa è di violenza sessuale. La polizia locale di Modena ha arrestato e portato in carcere un immigrato marocchino di 24 anni. Tutto è avvenuto nel centro di accoglienza in cui era ospite.

Gli approcci pesanti dell’immigrato marocchino

L’immigrato marocchino, secondo quanto emerso dalle indagini, ha tentato diversi approcci pesanti e apprezzamenti altrettanto pesanti nei confronti di una donna. È l’addetta che lavorava nel centro di accoglienza. Per questo motivo, era stato anche allontanato dalla struttura e ricollocato in un’altra. Il provvedimento non è stato però sufficiente a interrompere il suo comportamento.

Le denunce della donna

La donna lo ha denunciato, a marzo scorso, all’ufficio di polizia giudiziaria di Modena che ha immediatamente raccolto tutti gli elementi utili. Poi ha informato l’autorità giudiziaria. In poco tempo, il giudice per le indagini preliminari ha emesso un’ordinanza di divieto di avvicinamento alla parte offesa. Ma il 24enne l’ha disattesa in almeno un paio di occasioni.

Il 24enne continuava con i suoi atteggiamenti

L’immigrato marocchino ha infatti continuato i suoi atteggiamenti persecutori nei confronti della donna. Ed è ritornato nella struttura da cui era stato allontanato. Per questo motivo è stato anche denunciato per occupazione abusiva. Dopo l’ennesima violazione dell’ordinanza, per lui si sono, però, aperte le porte della casa circondariale di Bologna.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica