Nel mirino dei 5Stelle la “pericolosa” Jole Santelli. Poveri grillini, si illudono di fermarla con le minacce

sabato 2 maggio 12:50 - di Romana Fabiani

Sapete chi è il nemico numero uno? Non il Covid killer. Non il governo Conte, “assembramento” di dilettanti allo sbaraglio. Non gli avversari per contratto delle imprese e delle partite Iva. Il pericolo che si aggira per l’Italia in queste ore è una donna. Si chiama Jole Santelli. Sì, la governatrice della Calabria che ha osato riaprire qualche bar.

I grillini processano Jole Santelli

Con una pericolosa e dittatoriale ordinanza ha consentito ai cittadini di prendersi un caffè all’aperto. Con mascherine, guanti. E a distanza di almeno un metro. Dalle immagini che arrivano dalla Calabria si vedono due/tre  persone che prendono il caffè al banco. E magari si siedono per consumarlo velocemente a un tavolino. Tutti untori?

Per i grillini sì. Vi ricordate? Quelli del vaffa, quelli della scatola di tonno. Oggi quattro deputati pentastellati non trovano altro da fare che processare la governatrice. Anzi le comandano, oibò,  di ritirare “subito l`ordinanza. Con cui ha sbrigativamente autorizzato l’esercizio di varie attività”.

Francesco Sapia, Paolo Parentela, Giuseppe d`Ippolito e Bianca Laura Granato avvertono Jole Santelli. Guardi “che “in trincea” (quale, quella del soldatino Conte?)  ci sono persone serie. Che agiscono con competenza, coscienza e prudenza. Che non hanno interessi propri. Né rispondono a logiche, a ordini di partito. Ci riferiamo alle istituzioni di tutela della salute, agli scienziati, ai sanitari”. Come a dire che la grintosa governatrice di centrodestra risponde a logiche e ordini di partito? Insomma a Salvini e Meloni, come strepitano subito dopo. “Non ascoltarli sarebbe un errore imperdonabile, un errore ripetuto”.

E giù attacchi velenosi. Alla faccia della unità nazionale. “Santelli chiarisca perché a qualcuno sono arrivati direttamente i tamponi. E ad altri sono stati distribuiti con il contagocce. Oppure negati. Siamo in uno Stato di diritto (qualcuno li avverta che oggi non è proprio così). Oppure nel 2020 la Regione Calabria fa ancora eccezione. E può sottrarsi alle regole?”. Poi la virile minaccia. “Se per causa delle disposizioni della presidentessa – avvertono i parlamentari M5S – si verificassero contagi. E problemi sanitari. All’istante denunceremo alla magistratura chiunque, in questa fase dovesse fare orecchio da marcante. Ad ogni livello sosterremo personalmente tutti i calabresi danneggiati”. Ma chi può dire cosa accadrà in tutta Italia dopo il 4 maggio? Tra l’altro i contagi in Calabria sono stati tutti, come si dice, “di ritorno”.

Poveri grillini in caduta libera. Costretti a farsi comandare da quei volponi del Pd. Abusivi al governo che nessuno ha mai votato. Qualcuno li avvisi. Per tutelare la salute, persino difendere i bislacchi e incomprensibili decreti dell’avvocato del popolo, sarebbe meglio mettere in tasca le bandierine ideologiche. E di partito. Magari anche solo per l’emergenza. E smetterla di vedere nemici ovunque osi pensarla diversamente da loro. O la Santelli ha altre colpe? Non ci sembra.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • pietro 4 maggio 2020

    Governanti ipocriti e anche cialtroni, in Campania , toscana e in Emilia Romagna i presidenti vanno totalmente contro corrente al governo e in sicilia a Lampedusa centinaia di povere persone immigrati vengono abbandonati a loro stessi per giorni su un pontile a male e bene e poi vanno a rompere i cog….. al presidente della calabria perchè vuole far mettere quattro tavolini all’aperto a bar/ristoranti, locali aperti con ordinanza del governo- buumm , ma ci vogliamo svegliare da questo incubo ??

  • Paolo 3 maggio 2020

    I grillini, individui che hanno bisogno di lavorare con zappa e vanga, dopo di che, con umiltà, affacciarsi alla vita pubblica!

  • Anna Maria 3 maggio 2020

    Non mi sembra proprio che la Governatrice della Calabria Santelli sia una persona squilibrata e senza criterio, tutt’altro, quindi i grillini che parlano per bocca dei loro compari PDIOTI farebbero più bella figura a tacere. Ho visto in svariati programmi televisivi alcune scene di bar aperti in Calabria, erano tutti tavoli all’aperto, distanziati tra loro e con pochissimi avventori, quindi secondo le regole e le norme in vigore, al contrario invece delle scene viste per la celebrazione del 25 aprile dove si vedevano chiaramente persone ammassate senza mascherina cantare bella ciao, sventolando la bandiera rossa , il tutto sotto gli occhi della polizia municipale che anziché fermare e multare queste persone, si allontanavano senza dire o fare loro nulla!!! MA FORSE I FACINOROSI PDIOTI SONO IMMUNI AL VIRUS??? LO TENGONO FORSE LONTANO INNEGGIANDO BELLA CIAO??? MA PER PIACERE, SONO SOLO VERGOGNOSI E BUFFONI!!!!

  • Giovanni Marchetta 3 maggio 2020

    Onore a questa governatrice. Ha dimostrato di avere le palle che non hanno i pagliacci al governo. Abbiamo una massa di burattini incompetenti su tutto tranne che fottere gli italiani.

  • Rimondini Renato 3 maggio 2020

    Nel silenzio assordante del presidente “solidarietà”

  • Vincenzo Marotta 3 maggio 2020

    Iole Santelli è un’altra Donna con le Palle che ormai scarseggiano tra i maschi Italiani sempre più simili a Checche Paoneggianti.
    Lei ha espresso con pacata e semplice determinazione :buon senso istituzionale, fiducia per il prossimo e Fede. Tutte cose di cui questi governanti abusivi sono deficient.

  • Sandro Cecconi 2 maggio 2020

    Questi non sono normali come non lo sono quelli del PD che fanno finta di non sapere che in Calabria è stato proprio il PD ad avanzare con tanto di lettera a proporre la riapertura.

    Imbecilli!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica