Napoli, violenta rissa tra immigrati nel centro storico. E altri giocano a pallone fregandosene dei divieti

sabato 2 maggio 8:40 - di Paolo Sturaro
Napoli

I divieti? E chissenefrega. Anche a Napoli, come in molte altre città, gli immigrati continuano a rendersi protagonisti di risse e furti. Situazione particolare nella zona partenopea di Porta Nolana, dove addirittura i nordafricani installano bancarelle di abiti usati. Ma i residenti hanno denunciato un clima di tensione che continua ad alzarsi.

Napoli, lo scontro tra immigrati

Ad accendere gli animi una rissa tra immigrati per strada. Tutto ha avuto inizio da una serie di insulti. Un uomo, con un grosso bastone tra le mani, si è scagliato violentemente contro gli altri immigrati. Per fortuna, l’intervento di alcune persone ha sedato la rissa. Il tutto, nonostante l’azione costante delle forze dell’ordine sul territorio. Ma gli agenti si trovano in difficoltà perché possono poco quando si trovano di fronte a gruppi di immigrati senza documenti o senza permessi di soggiorno.

Tensione anche al Vasto

Come riporta Il Mattino in cronaca, una situazione simile c’è in un altro quartiere di Napoli, il Vasto. Gli immigrati giocano a pallone sotto i balconi e le finestre dei cittadini che, in questi giorni di quarantena, stanno compiendo ogni sforzo necessario per evitare di trattenersi in strada. «Anche quando le forze dell’ordine intervengono», ha spiegato Luigi Rispoli (FdI) al Mattino, «si tratta di un palliativo. Quando vanno via si riformano gli stessi assembramenti di prima, rendendo gli interventi del tutto inutili e privi di senso».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica