I soldi non arrivano, governo inadempiente. Anche a Venezia Fratelli d’Italia in piazza

lunedì 4 maggio 17:11 - di Redazione
venezia fdi
Venezia, Fratelli d’Italia in piazza. “Lavoro sicuro, liquidità alle imprese e rispetto della Costituzione. Non possiamo più prescindere da questi capisaldi ed assistere inermi alla distruzione della nostra economia e delle nostre libertà”. Queste le parole d’ordine dei consiglieri regionali veneti di Fratelli d’Italia Andrea Bassi, Stefano Casali, Elena Donazzan, Joe Formaggio e Massimo Giorgetti di FdI presenti oggi in piazza San Marco a Venezia.

Venezia, protesta in piazza San Marco

Tricolore alla mano ed esibendo alcuni cartelli in difesa delle categorie, rispettando tutte le regole di sicurezza sanitaria previste dalle normative i cinque consiglieri, ai quali si è aggiunto Maurizio Conte di Forza Italia – Veneto per l’Autonomia, hanno voluto fare da portavoce alle richieste che giornalmente vengono loro rivolte. “Ci siamo mobilitati, in quanto rappresentanti dei cittadini in seno alle istituzioni, per dar voce a tutti coloro i quali sono rimasti inascoltati.
La grave situazione in cui versano moltissimi veneti a causa dei mancati indennizzi al mondo del lavoro, assenza di liquidità alle imprese e di totale confusione su quali saranno le date e le regole della ripartenza, senza una immediata inversione di tendenza porteranno a disastrose conseguenze economiche permanenti per la nostra regione”.

FdI: “Il governo dia risposte immediate”

“Chiediamo al Governo centrale – continuano – di dare risposte immediate, concrete ed efficaci. Non c’è più tempo e, oltre ai soldi, i cittadini stanno finendo pure la pazienza. Dalle promesse e dalle parole si deve passare alle certezze ed ai fatti”. “Ci rammarichiamo infine – concludono i consiglieri – che solo il collega Maurizio Conte abbia accettato l’invito a scendere in piazza. La nostra non era una mobilitazione di partito ma un’iniziativa rivolta a tutte le forze politiche del consiglio regionale del Veneto. Che proprio in quanto tali rappresentano i cittadini di ogni orientamento. La presenza di tutti sarebbe stato un grande segnale di forza e compattezza, peccato non sia stato colto”. Alla fine dell’iniziativa i consiglieri hanno voluto regalare ai membri delle forze dell’ordine che erano presenti alcuni tricolori, segno tangibile della gratitudine per il lavoro svolto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Nicolo' 5 maggio 2020

    Chiedono le tasse alle aziende e ai cittadini che hanno rinchiuso in casa da Febbraio.
    Anche un idiota capirebbe la situazione inverosimile. Solo al governo non lo capiscono.
    Lo stato deve dare CIG e “helicopter money” come ha fatto Trump, le chiacchere non abbiano piu’ spazio.
    Ottima iniziativa di Fratelli d’Italia a Venezia. Ora si ripeta in tutte le citta’ d’Italia a favore di coloro che debbono tenere in piedi Famiglia e Imprese.
    Dare contro duramente all’ala populista dei 5S che si dimostra inadempiente e a quella ossequiosa all’europa – nel PD – che ci porta alla rovina !

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica