Giovani taglieggiatori crescono, il 17enne rom al ragazzino: “Sono un ex detenuto, dammi i soldi”

giovedì 14 maggio 13:45 - di Natalia Delfino
rom

Aveva preso di mira un 13enne e cercato di farsi consegnare del denaro. Per questo i carabinieri hanno arrestato con l’accusa di tentata estorsione un 17enne rom. Il giovane aveva già alle spalle numerosi precedenti specifici e una misura in atto di permanenza in casa nell’ambito di altri procedimenti penali.

“Sono un ex detenuto, dammi i soldi”

Il 17enne è finito quindi nel carcere minorile di Casal del Marmo. Proprio presentandosi come ex detenuto, il giovane aveva cercato di intimorire il 13enne per farsi consegnare i soldi. Gli episodi contestati si sono verificati a inizio anno. Il primo il 22 gennaio, quando aveva avvicinato la vittima alla fermata dell’autobus che prendeva ogni giorno per tornare a casa da scuola. Il 5 febbraio, poi, il 17enne aveva nuovamente minacciato il ragazzino facendogli credere di avere un coltello e affermando, appunto, di essere un ex detenuto.

Il 17enne rom riconosciuto anche grazie ai social

In entrambi i casi l’estorsione non è andata a buon fine poiché il 13enne è sempre riuscito a fuggire. Proprio dopo l’ultimo episodio, sentendosi perseguitato, il ragazzino ha deciso di chiedere aiuto ai carabinieri, che hanno riconosciuto il giovane taglieggiatore anche grazie ai social network. Il 17enne, appartenente a una nota famiglia nomade, è stato così arrestato in esecuzione di un’ordinanza che ha disposto la custodia cautelare in un istituto penitenziario minorile, emessa dal Tribunale per i Minorenni di Roma con l’accusa di tentata estorsione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica