Feltri: “Renzi ha fatto una figura da ovino. Ecco perché siete farseschi”

venerdì 22 maggio 12:36 - di Redazione
Feltri

“Un ovino e una squallida messa in scena. Siete imbarazzanti e farseschi”. Vittorio Feltri sintetizza così in un commento corrosivo su Libero la tattica del governo, messo di fronte alla sua nullità. Dopo la farsa renziana riguardo alla fiducia al ministro Bonafede, gli ingredienti ci sono tutti per fare scrivere a Feltri: “Secondo me avrebbe fatto meglio a tacere allo scopo di evitare una figura da ovino; in attesa di un tempo più opportuno per sferrare attacchi al governo nato, peraltro, con la sua benedizione. L’ex rottamatore ha un proprio talento, ma l’impressione è che lo abbia almeno in parte smarrito. I sondaggi lo danno quasi rasoterra, è ancora capace di parlare con efficacia, tuttavia non riesce a tradurre in realtà ciò che declama con una abilità pari all’inconcludenza”.

Il direttore di Libero parte dalla premessa che tutto era già scritto, ossia il salvataggio per quieto vivere del ministro che non ha saputo vigilare ed evitare la scarcerazione dei mafiosi,  ora ai domiciliari.  E’ vero “il suo operato da guardasigilli ha fatto accapponare la pelle”, scrive, “ma si è trattato di un voto inutile. Sfiduciare Bonafede avrebbe significato andare al voto.  Sergio Mattarella sarebbe stato costretto a sciogliere le Camere in un momento in cui il Paese ha bisogno di tutto tranne che di una crisi al buio. Non solo si sarebbe scatenata una calamità, dato che infuria il virus, la gente è in bolletta, l’economia langue, tutta roba che comunque incide negativamente”.

Feltri: “Il voto? Pd,M5S e Italai Viva sui sarebbero sparati”

Questa la cornice. Ma non sfugge l’interesse di bottega dietro la farsa. «Si dà altresì il caso che qualora avessero preso il via i comizi tipici dell’inizio di una campagna elettorale, deputati e senatori del Pd, dei 5 stelle e di Italia Viva si sarebbero metaforicamente sparati. Molti di essi difatti avrebbero perso la poltrona con poche, pochissime speranze di riprenderla». Ecco spiegata la definizione di «squallida messinscena » di quanto accaduto a Palazzo Madama, con  finti “agguati” e “penultimatum” da vecchia politica di terz’ordine. Quindi il giudizio definitivo. “Certo, l’incasso di tutto questo è semplicemente platonica, dimostrativa e priva di un obiettivo che non fosse la convalida di questo miserando gabinetto;  il cui capo ha dimostrato di essere un abile difensore di se stesso nonostante trascorra il tempo a scrivere decreti di centinaia di pagine, seppure totalmente vuoti di ogni significato”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • biagio 23 maggio 2020

    Non da ovino ma da mercante di vacche.

  • Pino 22 maggio 2020

    Ecco, parlando di miserando gabinetto mi immagino mattacchione nell’atto di tirare la catenella fra lacrime (sì anche lui) di dolore sapendo che il popolo gli gira il vaso in testa.
    Stiamo godendo il risultato del suo lavoro, roba da ‘Verga’ rileggetevelo.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica