Cassa integrazione, la beffa: più di 2 milioni di cittadini non hanno ancora ricevuto ancora niente

mercoledì 27 Maggio 8:30 - di Liliana Giobbi
cassa integrazione

Più di 2 milioni di cittadini non hanno ancora ricevuto la cassa integrazione. Di questi, 900mila passano dalle regioni e 1,1 milioni dall’Inps. I lavoratori beneficiari in totale sono stati 7 milioni e 700mila e a 4 milioni i soldi sono stati anticipati dalle aziende. Quindi l’Inps finora ha dato ristoro a poco più di un milione di cittadini. Lo denuncia Claudio Durigon.

Il pagamento della cassa integrazione

«Al governo e al presidente dell’Inps rimprovero che annunciavano questo pagamento a breve. Poi, non riuscendo a farlo, davano la colpa alle regioni», dice l’esponente della Lega. «Noi avevamo presentato un emendamento», aggiunge ai microfoni della trasmissione L’Italia s’è desta su Radui Cusani Campus. «Volevamo snellire la procedura».

Partenza in ritardo, la situazione è difficile

Questo però non è stato preso in considerazione. «La norma del Dl Rilancio per accelerare la cassa integrazione parte già con 30 giorni di ritardo. È scritto nella norma che si può presentare la domanda un mese dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Noi vogliamo andare ancora incontro al governo. Abbiamo presentato un ulteriore emendamento, speriamo che questa volta venga preso in considerazione».

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi