Bollette di luce e gas più leggere. Il “merito” è del lockdown: ecco perché sono calate

sabato 30 Maggio 9:23 - di Redazione
luce e gas

Scendono le bollette di luce e gas. Il lockdown ha influenzato la vita di molti italiani sotto diversi aspetti. Ma ha avuto anche degli effetti, positivi, sulle loro spese. In particolare, la riduzione del costo della materia prima di luce e gas sta condizionando i prezzi del mercato libero. Di conseguenza, anche le relative tariffe offerte ai consumatori. Lo prova una simulazione condotta a maggio 2020 da Facile.it su un panel di cinque compagnie e relative offerte. In appena due mesi i costi per gli utenti finali si sono ridotti del 7,2% per l’energia elettrica e del 10% per il gas.

Bollette di luce e gas, le simulazioni

Dalle simulazioni effettuate da Facile.it è emerso come – fra le tariffe applicate dalle aziende considerate – il costo della materia prima luce, sia variato tra il -14% e il +6%. Questo ha determinato una riduzione media – da marzo a maggio 2020 – pari al 7,2%. Per il gas, invece, in tutti e cinque i casi presi in esame c’è una diminuzione, con un range che varia tra il -18% e il -1%. Il valore medio del calo è stato, quindi, sempre da marzo a maggio, addirittura superiore a quello dell’energia e pari al 10%.

Le variazioni

L’analisi ha poi preso in considerazione la stima di spesa annuale per una famiglia media con consumo di luce e gas annuo. Si tratta di 2.700 kwh per l’energia e 1.400 smc per il gas. Dai dati emerge come siano minori i costi effettivi delle offerte. Per la luce le variazioni sono tra il -5% e il +1%, determinando una riduzione media dei prezzi, questa volta su base annuale, pari al 2,3%. Invece, per il gas i cali variano tra il -9% e il -1%, portando a una diminuzione media del 4,2%.

Luce e gas, mercato tutelato e libero

Anche chi è ancora nel mercato tutelato potrebbe trarre vantaggio dal passaggio a mercato libero visto che, sempre secondo la stessa analisi, la miglior tariffa per l’energia sul mercato libero è inferiore del 7,8% rispetto a quella protetta, mentre per il gas è inferiore del 2%.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *