Berlusconi: «L’emergenza ha dimostrato che i grillini sono incapaci e il governo è inadeguato»

mercoledì 13 maggio 9:08 - di Franco Bianchini
Berlusconi

«L’ideologia grillina dimostra tutta la sua inadeguatezza». L’ha detto Silvio Berlusconi, ospite di “Fuori dal coro” di Mario Giordano. «Però il problema non sono solo i 5 Stelle, perché tutto il governo è prigioniero di una visione statalista. Del resto è nella sua natura. Questa logica non funziona mai, neanche nelle piccole cose, come il prezzo fissato delle mascherine a 50 centesimi. Secondo loro doveva servire ad evitare speculazioni su un bene diventato di prima necessità. Invece è successo che le mascherine sono sparite dalle farmacie e dal mercato. Questi del governo non conoscono neppure le leggi più semplici del mercato».

Berlusconi: «Lo Stato doveva produrre le mascherine»

«Il mercato globale», ha sottolineato il Cav, «ha le sue regole. I produttori non vendono più le mascherine all’Italia perché a quel prezzo non sarebbe conveniente produrle. Poi perché ci sono altri Stati che le comprano a un prezzo maggiore. Noi avevamo detto che doveva essere lo Stato a comprarle al prezzo di mercato o a produrle direttamente in Italia. Oppure distribuirle anche gratis attraverso lefarmacie a chi ne ha bisogno. Ma non ci hanno ascoltato come è successo in molte altre cose».

«Il governo  ha dimostrato approssimazione»

«Questo governo oltre ai pregiudizi ideologici ha dimostrato incompetenza e approssimazione in tutti i settori». Vedo in giro molta confusione», ha aggiunto Berlusconi. «La gente è disorientata e gli italiani non sanno cosa si può e cosa non si può fare. Abbiamo visto delle immagini di assembramenti, soprattutto di ragazzi, in diverse località. Sono immagini che preoccupano. Ma la colpa non è dei cittadini. Anzi, la maggior parte degli italiani si stacomportando con rigore e disciplina. Il problema sono le norme confuse e l’assenza di controlli nelle situazioni a rischio».

Berlusconi: «Attenti, il virus non è scomparso»

«Dobbiamo stare molto attenti, perché il virus non è scomparso. Una seconda fase di contagi è un pericolo dietro l’angolo. Basta pochissimo per scatenarla». Berlusconi ha sottolineato che molte categorie sono «allo stremo delle forze». Molti imprenditori, professionisti e commercianti sono davvero disperati. E come loro sono disperati anche molti lavoratori dipendenti che hanno perso il posto o che rischiano di perderlo. «Il rischio», ha avvertito, «è anche per le attività che riescono a riaprire e che poi falliscono perché non hanno più clienti».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica