Azzolina, dalla gaffe dell’imbuto a quella suoi morti: “Abbiamo salvato molte vite”

giovedì 21 maggio 14:46 - di Monica Pucci

Neanche la gaffe dell’imbuto l’ha convinto a un bagno di umiltà, a un mea culpa sui tanti errori commessi, sia nell’impostazione della didattica a distanza, che sugli esami di terza media e della maturità. Lucia Azzolina, oggi, in audizione alla Camera, si è difesa attaccando. “La didattica a distanza non è stata perfetta ma ha consentito di non disperdere del tutto le relazioni. La tecnologa è un supporto, non sostituisce nulla, ma è stato fatto un grande sforzo e la scuola ha superato la prova”. La ministra dell’Istruzione ha sottolineato che la scelta di chiudere le scuole “è stata una scelta obbligata, non avevamo alternative”. “Non è stata perfetta, ma ha consentito di non disperdere del tutto le relazioni umane. E’ stata didattica della vicinanza, la scuola ha dato grande prova di maturità”.

Azzolina: “Abbiamo salvato molte vite”

“La chiusura delle scuole è stata sofferta, è stata una ferita, ma questa scelta è servita a salvare molte vite”, ha ribadito la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, ministra della Pubblica Distruzione, com’è stata definita da qualcuno. Ma come? Invece di ringraziare medici e infermieri, si prende lei il merito di aver salvato vite umane? Con una decisione che ha preso tutto il mondo?

La vanteria, in un Paese nel quale per errori del governo e delle Regioni si contano più di 30mila morti, dovrebbe essere vietata per legge. Soprattutto per un ministro che non gode più della fiducia neanche della sua maggioranza. Ma che continua ad esternare promesse. “Voglio rassicurare i dirigenti scolastici preoccupati per le responsabilità: stiamo lavorando per fare sì che non ricada tutto su loro spalle, ci saranno regole chiare e flessibili”.

Lucia Azzolina ha poi proseguito così. “La chiusura scuola è stata operata in stretto collegamento con le autorità sanitarie. Il Dottor Miozzo proprio ieri ha ricordato quale sarebbe stato il rischio se avessimo tenute aperte le scuole. La riapertura avverrà in modo graduale. Stiamo predisponendo tutte le fasi per la riapertura” a settembre e lavorando ad un protocollo per la sicurezza che sarà chiuso a breve. Siamo consapevoli dell’importanza della scuola nel contesto sociale: il governo ha messo a punto piano per i centri estivi che sosteniamo in pieno”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • GENNARO CAVALLO 1 giugno 2020

    Salvi pure Salome, che rischia la vita per difendere l’ambiente. Lei è indifesa, probabilmente non ha una scorta nè un’auto blindata.

    https://www.amnesty.it/appelli/salome-rischia-ogni-giorno-la-vita/?utm_source=Google&utm_medium=cpc&utm_campaign=firma&utm_content=salome&gclid=EAIaIQobChMI2MTi5aXh6QIVzpDeCh3C2wPHEAEYASAAEgI8t_D_BwE

    Non bastano le parole per ringraziare i medici e gli operatori sanitari per quello che hanno fatto. Per la vita che hanno dato per i malati. ONORE ai nuovi Martiri della Patria.

  • aldo 22 maggio 2020

    Questa deve tornare alla sua famiglia Adams. E’ indecente come tutti i 5stalle!!!!!!!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica