Andrea Iannone in versione “emergenza Covid” paparazzato su “Nuovo”: l’ultima imprudenza lascia sbigottiti

sabato 9 maggio 17:28 - di Redazione
Andrea Iannone foto Ansa

Andrea Iannone torna a far parlare di sé. ma stavolta non per una vicneda legata al gossip sentimentale. Niente Belen o Giulia de Lellis coinvolte in questo caso. Eppure, nonostante il chiacchiericcio sempre vivo intestato a suo nome, il pilota di Moto Gp riscesce a conquistarsi l’attenzizone dei paparazzi e un ulteriore spazio sul settimanale “Nuovo” per sua imprudenza… non del cuore, ma altrettanto “percisolosa”…

Andrea Iannone versione emergenza Covid paparazzato su “Nuovo”

Nulla di più normale, per quanto in tempi di coronavirus, che andare a fare la spesa… Anche il centauro rubacuori deve nutrirsi: non di solo amore vive l’uomo. E così, armato di mascherina e guanti, Andrea Iannone va al supermercato per fare scorta di cibo e bevande. Mal gliene incolse, poverino. I paparazzi sono in agguato. ogni sua mossa viene passata al setaccio. Ogni gesto registrato da potenti teleobiettivi. E quando meno te l’aspetti: zac, beccato. E gli scatti, se attendibili fino in fondo, ricostruiscono fotogramma per fotogramma, l’ultima imprudenza. Non proprio un inedito trattandosi di uno spericolato motociclista e di un avventuroso don Giovanni. Ma sempre un’imprudenza…

La sua ultima imprudenza lascia tutti sbigottiti…

Fuori di un supermercato milanese, attenzionato da fotografi in cerca dello scoop, Iannone è solo. eppure, la mancata compagnia di una dama al suo seguito, non lo rende immune dalla paparazzata. Secondo la ricostruzione del settimanale diretto da Riccardo Signoretti, infatti, il giovane centauro prima avrebbe parcheggiato il suo Suv in una zona riservata agli invalidi. Sfuggito al buon Brumotti di Striscia la notizia, che alla trasgressione dedica una rubrica a parte sul tg satirico di Ricci, non passa indenne all’occhio vigile dei fotografi del gossip. I quali, a quanto sostenuto dal servizio e dagli scatti, sempre che sequenze e fatti siano attendibili fino in fondo, lo beccano nell’atto incivile di gettare in terra i guanti monouso un attimo prima di mettersi al volante. Il servizio è assicurato. La gaffe pure.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • roberto bassi 10 maggio 2020

    quando uno è profondamente zoticone, non migliorerà mai nella vita; rimarrà così per sempre ….. miglioramenti mai …..

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica