Alessia Morani umiliata in diretta tv da un ristoratore: «Di voi non me ne frega un c***o» (video)

martedì 19 maggio 16:23 - di Giorgia Castelli
Alessia Morani

Un ristoratore stende in diretta tv il sottosegretario allo Sviluppo economico, la Pd Alessia Morani. «Ho investito 150mila euro, che c*** glieli danno a fare i soldi a quelli del reddito di cittadinanza? Io sto peggio di loro, sono una povera persona che paga le tasse e ha tre persone sotto contratto a tempo indeterminato, neanche i 600 euro mi hanno dato». Giovanni, un ristoratore di Napoli che ha aperto un locale a Milano, è un fiume in piena in diretta a L’aria che tira. «Io non sono di nessun partito, non me ne frega un c*** della politica, il 90% dei politici sono incompetenti che non hanno mai lavorato». E poi ancora: «Pago le tasse e quando ho aperto ho assunto tre persone a tempo indeterminato…». C’è tanta rabbia nelle sue parole. E tanta delusione per non avere avuto nessun aiuto da parte del governo.

Alessia Morani si arrampica sugli specchi

L’umiliazione è totale per Alessia Morani. Si arrampica sugli specchi e per prima cosa dice: «L’imprenditore ha appena detto che l’attività è intestata a suo figlio… Ci sono problematiche difficili da risolvere», ha farfugliato l’esponente del Pd. La Morani ha poi parlato dei soldi che l’esecutivo farebbe piovere sugli italiani.«Abbiamo fatto in due mesi qualcosa come tre manovre finanziarie. 80 miliardi di euro. Considerate che il nostro Paese è entrato in emergenza Covid già a crescita zero. Con uno dei debiti pubblici più grandi del mondo». Anche Myrta Merlino si irrita sembra per l’inconsistente difesa della Morani: «Non mi deve convincere.. Non è quanti sono, ma come arrivano questi soldi che non convince».
La Morani parla e snocciola numeri e dati. fa propaganda. Peccato che il decreto rilancio dopo una settimana non sia ancora stato pubblicato in Gazzetta e che quindi i 55 miliardi siano fermi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica