Putin ha deciso: condanne fino a 7 anni per chi viola la quarantena. Regole ferree per chi esce

1 Apr 2020 9:43 - di Massimo Baiocchi
Putin

Putin usa il pugno di ferro. Chi sbaglia paga. E paga duramente perché con il coronavirus non si scherza. La Duma in Russia ha dato l’approvazione finale alla legge che prevede pene fino a sette anni per chi viola la quarantena. Secondo quanto si legge in una dichiarazione, se chi viola la quarantena provoca un focolaio rischia due anni di prigione. Se la violazione provoca la morte di più persone la condanna può arrivare a sette anni.

Putin punisce chi diffonde notizie false

La legge punisce anche la diffusione di notizie false o incorrette sul coronavirus. Se queste provocano danni alla salute individuale, la persona che le ha diffuse può essere condannata fino a tre anni.

In Russia i contagi stanno aumentando

I contagi di Covid-19 in Russia stanno aumentando, alcuni dati parlano di 500 in un giorno. Il numero complessivo dei casi confermati è di 2.337. L’ha reso noto la task force che segue la crisi. I decessi sono in totale 17. Proprio su queste basi Putin ha deciso di andare giù duro. Sono state introdotte misure per il confinamento delle persone a Mosca, San Pietroburgo e in diverse altre regioni del Paese.

Il controllo degli spostamenti dei residenti

La città di Mosca sta valutando la possibilità di  introdurre un sistema di controllo sugli spostamenti dei residenti basato sulla generazione di codici a barre da parte delle autorità locali. Ogni volta che una persona vorrà uscire di casa, anche solo per gettare l’immondizia o portare fuori il cane, dovrà “scaricare” da una pagina web in cui figurano i suoi dati anagrafici, la fotografia e l’indirizzo di domicilio, un codice che sarà valido per il singolo spostamento. Secondo quanto rende noto il sito di notizie online Meduza rilanciando un articolo di Kommersant, una presentazione del nuovo strumento è stata di recente effettuata all’ufficio del sindaco.

Positivo il primario che ha stretto la mano a Putin

Il primario dell’ospedale di Mosca con cui Vladimir Putin si è a lungo intrattenuto la scorsa settimana ha contratto il Covid-19. Lo rende noto Rossiya 24. Il presidente russo  martedì scorso aveva visitato l’ospedale numero 40 in cui sono ricoverati pazienti che hanno contratto l’infezione. Aveva indossato una tuta protettiva gialla e una maschera. Era invece in giacca e cravatta e a viso scoperto quando ha stretto la mano di Denis Protsenko, come evidenziano le fotografie ufficiali scattate in quell’occasione. Il  primario, che aveva accompagnato Putin durante l’intera visita, aveva avvertito il presidente che la Russia doveva prepararsi a uno scenario italiano.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA