Prestiti, Buttafuoco punge il governo: “Tutti in banca imbavagliati, siamo mica Bonnie e Clyde?” (audio)

21 Apr 2020 11:41 - di Redazione
banca

Tutti in banca, ma uno per volta e “imbavagliati” con la mascherina. E, allora, “vengono per il prestito, che sarebbe assurdo, o per una regolare rapina?”. L’ultimo “Salamino” di Pietrangelo Buttafuoco al Mix delle Cinque su Radio 1 entra nella testa degli impiegati di banca che ieri si sono trovati a dover fronteggiare la marea di richieste di liquidità promossa dal governo. Una marea, però, che si è fatta avanti goccia a goccia, perché “nel rispetto del distanziamento sociale si è dovuti entrare uno per volta” e con le mascherine. E allora, sulle note della Ballata di Bonnie e Clyde di Gianni Pettenati, la domanda è lecita: prestito o rapina?

Tutti in fila per sei col resto di due

Di tempo per rispondere tanto ce ne sarà: “Per non perdere il turno (gli italiani, ndr) – ironizza Buttafuoco – si stanno preparando a passare la notte davanti alla propria agenzia” e “il governo che – si sa – non agisce col favore delle tenebre ha già predisposto la sedicesima task force che consta di 44 altri membri in fila per 6 col resto di due“. Come i famosi gatti della famosa canzone, che però qua si moltiplicano insieme alle poltrone e “vanno ad aggiungersi ai 448 già operativi nelle restanti force messe a disposizione dall’autorità costituita”.

“Tutti in banca da qui fino a Natale”

Così prepariamoci ad andare “tutti in banca, da qui fino a Natale, a Pasqua e l’altra Epifania a venire”, ognuno nel suo pezzetto di marciapiede e, perché no?, in un bel box di plexiglass. “Mentre da Londra, dove si trova, Vittorio Colao, il top manager chiamato a mettere toppe dappertutto non chiede un prestito, al limite chiede la connessione e così lamenta: Ma chi me lo fa fare”, conclude Buttafuoco, mentre sotto partono le note della canzone di Erminio Sinni.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA