La maledizione dei Kennedy: rinvenuto il corpo di Maeve, nipote di Bob

martedì 7 aprile 15:28 - di Redazione

La maledizione dei Kennedy è più forte del fluire degli anni. Lutti e sciagure scandiscono la vita della famiglia più famosa d’America. Con sconcertante, ciclica regolarità. Quasi che le colpe capitali del patriarca  Joseph equivalessero alla dannazione perpetua. Lutti su lutti. Una scia lunga già settant’anni. Adesso, dopo giorni di ricerca, è stato infine ritrovato il corpo della nipote di Robert Kennedy, Maeve. “Anche grazie alla tecnologia subacquea, le autorità hanno rinvenuto Maeve Kennedy Townsend McKean”, afferma la polizia del Maryland che ha operato il recupero. La nipote di Bob era scomparsa nei giorni scorsi mentre si trovava a bordo di una canoa lungo le coste dello Stato del Medio Atlantico. Maeve era assieme al figlio di otto anni, Gedeon, il cui corpo non è stato ancora trovato.

La maledizione dei Kennedy

“Hanno preso la canoa per andare semplicemente a recuperare la palla e sono stati spinti dalla corrente nella baia aperta”, ha scritto in un post su Facebook il marito della donna. Giovedì scorso, nel pomeriggio, madre e figlio avevano preso il largo nella baia di Chesapeake, nel Maryland, poco lontano da Washington. Maeve Kennedy viveva a Washington, dove lavorava come dirigente alla Georgetown University Global Health Initiative. Oltre a Gedeon ha avuto altri due figli: Gabrielle, di sette anni, e Toby, di due. “La nostra Maeve ha dedicato la sua vita alle persone più vulnerabili della società. Il mio cuore è spezzato, ma cercheremo di evocare la grazia di Dio e tutta la forza che abbiamo per onorare la speranza, l’energia e la passione che Maeve e Gideon hanno donato al mondo”, ha detto sua madre, Kathleen Kennedy Townsend. La maledizione dei Kennedy non si arresta.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica