Il Mosap si costituisce parte civile contro gli assassini di Pasquale Apicella

martedì 28 aprile 11:33 - di Redazione

”Non possiamo continuare ad assistere inermi di fronte alle condotte di chi, anziché rispettare quanti ogni giorno, divisa o meno indosso – a volte senza nemmeno gli strumenti di protezione – rischia la vita ed in questi ultimi tempi anche il contagio da COVID 19. Il MOSAP – perpetuando quanto già operato a Roma per la vicenda dell’agente
vittima di tentato omicidio a Tor Bella Monaca, ed a Trieste per la vicenda della barbara uccisione di due poliziotti – ha già conferito incarico all’Avv. Prof. Antonello Madeo, al fine di intervenire nel procedimento sin da subito, e costituirsi parte civile nel processo contro chi ha ancora una volta calpestato le istituzioni, in un momento così drammatico per l’intero Paese”. E’ quanto si legge in una nota del segretario generale del Mosap, Fabio Conestà che gia’ ieri, commentando la morte del collega Pasquale Apicella, aveva annunciato la costituzione di parte civile del Mosap.
”Da oggi – continua Conestà – ci saranno una vedova e dei bambini che, per colpa di criminali senza scrupoli, non rivedranno più il loro congiunto, uno di quei poliziotti che, lontano da riflettori e casi eclatanti, svolgeva il suo mestiere con professionalità, in uno dei contesti ambientali più difficili non solo a livello nazionale, dove si rischia la vita anche per sventare un crimine banale come il furto”. Al sostegno e alla vicinanza alla famiglia di Pasquale Apicella, si associa il segretario provinciale del Mosap di Napoli, Luigi Di Michele: ”offriremo tutto il nostro sostegno alla famiglia del nostro amato Pasquale, ci saremo sempre. A 37 ani non si può morire cosi’ lasciando nella prostrazione e nel dolore la sua famiglia, i genitori, i colleghi. Pasquale ci siamo noi per i tuoi cari”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Artemisia Gentileschi 29 aprile 2020

    E verrà il giorno, in cui andremo tutti a votare !!! E sarà dura, molto dura per tutti i volta-gabbana, 5 stalle, spacciatori, buonisti pelosi, finti profughi, rom, feccia e zecche rosse, occupanti di case dei ns.vecchi ammalati in ospedale, ma soprattutto di boss scarcerati !!! Si questa volta la vedomolto dura !! Vivaddio !!!

  • ANNA ARCANGELI 28 aprile 2020

    Il sindaco di Napoli, De Magistris, come al solito non ha detto una parola, se fosse avenuto il contrario, cioe’ se ad essere ucciso fosse stato un rom per mano di un polizziotto, apriti cielo. Scusate ma perche dobbiamo pagare lo stipendio a gente che non difende gli italiani. Il loro stipendio lo pagassero i rom, i clandestini e tutti coloro che vengono in Italia per stuprarci.
    Gli italiani vogliono sapere quanto ci costono al mese tutti questi delinguenti. E’ un nostro diritto sapere dove vanno a finire i nostri soldi.
    Cassandra

  • roberto bassi 28 aprile 2020

    naturalmente, il ministro bonafede si sta attivando per far concedere una medaglia al valore ai tre o quattro poveri rom che si sono prodigati nel furto e nell’assassinio di questo ragazzo che è morto nello svolgimento del proprio lavoro

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica