Francesco Facchinetti: «Vogliono trasformare i medici in carnefici. Ma io col ca**o che ci sto»

mercoledì 8 aprile 13:11 - di Aldo Garcon
Francesco Facchinetti

«Sono incazz… Stiamo già cercando un colpevole. Non è ancora finita l’epidemia, la pestilenza, e noi vogliamo trovare un colpevole. Il colpevole è la stessa persona che noi abbiamo definito eroe fino a due minuti fa. Cioè il nostro eroe sta diventando il nostro carnefice. Medici, dottori, volontari… là dove si stanno salvando vite umane ora i media stanno cercando di accendere l’occhio di bue per trovare un colpevole». È lo sfogo su Twitter di Francesco Facchinetti, che dice: «Ora la colpa è degli ospedali che non sono stati sanificati nel momento in cui dovevano essere santificati. “Bisognava chiuderli, perché non sono stati chiusi?”. E quindi vedrete che, nella nostra Norimberga, i colpevoli saranno quelli che abbiamo definito eroi fino a due minuti fa. Ma io non ci sto, col caz** che ci sto».

Francesco Facchinetti: «L’Italia non è ancora equipaggiata contro il virus…»

Il conduttore pone allora tre domande: «Perché è stata giocata aperta la partita Atalanta Valencia? Perché le grandi aziende nella zona Bergamo/Brescia non sono state chiuse a tempo debito? Perché l’Italia non è ancora equipaggiata per poter combattere il Coronavirus?”, chiede Facchinetti.

Giorgia: «Resistere di più…»

Il mondo dello spettacolo si mobilita in difesa  di medici e infermieri. «Forza, forza che qualche miglioramento c’è, allora resistere di più, per chi non ce l’ha fatta e per chi resta». Lo scrive Giorgia su Twitter, commentando i dati appena usciti del bollettino sul Coronavirus annunciato, come ogni sera, dalla Protezione Civile.

Tosca dedica l’Inno di Mameli alla Cri

Tosca dedica l’inno di Mameli alla Croce Rossa italiana che pubblica il brano su Youtube. «La canzone che è nel sangue di ogni italiano. L’inno degli italiani: L’inno di Mameli. Quello che ci rende fieri di fronte a qualsiasi cosa. E l’ho pensata come una preghiera. Un richiamo ancestrale, che ci protegga come la carezza di una madre, e che ognuno di noi la canti come vuole, per sentirci uniti e fieri». Nel video la cantante, in collegamento via skype con la sua violoncellista Giovanna Famulari e con Massimo de Lorenzi alla chitarra, intona l’Inno di Mameli mentre scorrono le immagini più suggestive della piazze più belle di una Roma ormai deserta e dei tantissimi medici e volontari impegnati in prima linea nella lotta contro il Coronavirus.

Il video di Tosca

Nel video anche gli italiani chiusi in casa che, con il tricolore esposto dai propri balconi, cantano e suonano per darsi forza a vicenda. «Io l’ho dedicata a tutti i Volontari che stanno mettendo a repentaglio la loro vita per salvare la nostra – scrive Tosca sul post pubblicato sul profilo facebook della Croce Rossa Italiana – Anzi, facciamo così, dedichiamogliela insieme. Conto su di voi. Vi voglio bene». La cantante promuove una raccolta fondi dal nome ”Tosca per la Croce Rossa Italiana”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica