Comizio di Conte a reti unificate contro le opposizioni e l’Italia: ci ha svenduto alla Ue (video)

venerdì 10 aprile 20:58 - di Antonio Pannullo
conte 10 aprile

Il premier Giuseppe Conte è più puntuale che sincero. La sua narrazione nell’ennesima conferenza stampa sulla situazione tragica nella quale il suo governo ha gettato gli italiani, è assolutamente distante dalla realtà. A cominciare dai metodi, per non parlare dello stile: offendere chi lo pungola senza la possibilità di un contraddittorio, è roba da Unione Sovietica. La verità è che Conte ha passato ore a litigare ferocemente con la maggioranza, Pd e grillini, tanto da dover saltare l’annunciata conferenza stampa delle 14. E poiché continuavano a darsele, si è deciso di procrastinare l’intervento alle 19,30, guarda caso, in prossimità dei telegiornali.

Conte prosegue la blindatura sociale ed economica dell’Italia

Non tireremo in ballo la citazione, anzi, le citazioni, manzoniane, ma ci stanno tutte. Ma che ha detto Conte? Quella che già si sapeva con i soliti argomenti. Blindatura dell’Italia sino al 3 maggio, visto che non riescono  a impedire agli italiani di rispettare le loro assurde e confuse regole e divieti e diktat. A proposito, vedremo che succederà a Pasqua e Pasquetta… Poi ha annunciato una graduale riapertura delle attività produttive con i debiti sostegni. Ma come farà a dare i sostegni se le imprese e i cittadini non riescono neanche a chiederli, se ogni volta i siti istituzionali vanno in tilt? E non per colpa dei fantomatici hacker, magari russi, ma solo della loro incapacità. La burocrazie e l’inadeguatezza sono ancora una volta la cifra caratterizzante il governicchio Conte.

E sulla Ue il premier non ha saputo dire che succederà

Poi ha parlato dell’Europa, dove però la trattativa – ha assicurato – è ancora in corso. Ve la riassumiamo: non diremo che ci ha venduto, però i giochi contro di noi sono stati fatti. Solo che non si deve sapere. Conte è apparso impotente di fronte agli altri Paesi che vogliono strangolarci, anche se ha detto che prefereisce gli eurobond all’attivazione del Mes. La memoria poi a un certo punto lo ha tradito, perché non ci risulta che quello di monti fosse un governo di centrodestra. Comunque, a parte questo, la Ue ci è ostile, e questo governo non ha la forza di resistere, nonostante la propaganda del Pd.

Le critiche a Salvini e Meloni un’azione vigliacca

Ma la vera caduta di stile di Conte, provato dalla rissa nella maggioranza, è stato l’attacco a freddo, dettato dal Pd, contro le opposizioni. Un’azione vigliacca, perché non c’era possibilità di replica. Ma Giorgia Meloni risponde in una nota. “Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte indice una conferenza stampa pochi minuti prima dell’edizione più vista dei tg, trasmessa in diretta sulla prima rete del servizio pubblico, per accusare l’opposizione di dire menzogne, senza possibilità di replica e senza contraddittorio”.

Meloni: Conte fa il bullo sulla Rai

Così la leader di Fratelli d’italia commenta l’intervento televisivo del premier, che ha annunciato il prolungamento del lockdown fino al 3 maggio. “Credo – attacca – che non si sia mai vista una cosa del genere nella storia della democrazia, e la dice lunga sulla tracotanza di questo governo. Mi aspetto che la Rai mi dia possibilità di replica alla stessa ora, con lo stesso tempo e con la stessa visibilità”. Il Presidente della Repubblica Mattarella non ha nulla da dire su questi metodi degni di un regime totalitario?”, si domanda infine Meloni.

Salvini: Conte usa la tv di Stato per dire falsità

Dello stesso parere Matteo Salvini: “Usare la tivù di Stato per dire falsità e fare un comizio contro Salvini e contro le opposizioni è roba da regime, roba da Unione Sovietica”. Così Salvini, in un post su FAceboo, commenta a caldo la conferenza stampa di Conte. “Perché non hanno bloccato il Mes? Perché il Pd vuole la tassa patrimoniale? Perché i 5Stelle vogliono ancora bloccare la Tav? Perché Leu vuole tassare la casa e i risparmi degli italiani?”, sono le domande del leader della Lega.

Salvini chiede ancora: “Dov’è la cassa integrazione promessa? Quando arrivano davvero i soldi? Che fine ha fatto il blocco dei mutui per chi è in difficoltà? Cosa fanno per aiutare chi non ce la fa a pagare affitti, rate e bollette? Perché non aiutano davvero partite IVA e autonomi? Quando arriveranno i soldi promessi alle imprese? Sempre colpa di Salvini?”. “Altro che collaborazione, che delusione signor Conte”, conclude il capo leghista.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Nicolo' 20 aprile 2020

    E a questo bel personaggio il Berlusca sta ben pensando di are l’appoggio. Cosi’ all’errore di Salvini di fare il governo coi 5S si aggiunge quello del Berlusca.
    MA come facciamo a essere cosi’ sprovveduti, a destra ? Spero perlomeno imponga la calusola che ci voglia un cambio di premier, e l’obbligo di avere una politica economica degna di un Paese Occidentale !

  • Luigi Mazza 12 aprile 2020

    Un capo di governo che per dire male di 2 capi dell’opposizione non sa neanche che nel 2012 il governo era di centro sinistra ( Monti premier) non dovrebbe fare altro che chiedere scusa al popolo italiano e poi andare dal Capo dello Stato per presentare le sue dimissioni irrevocabili. Basta con i dictat.

  • Pierluigi Tasciotti 11 aprile 2020

    Hanno ragione la Meloni e Salvini: una brutta caduta di stile. Senza dubbio Salvini e i suoi elettori stanno pagando il grave errore della scorsa estate. Grazie alla complicità del nostro Presidente, siamo nelle mani dei cattocomunisti e a dirla con Almirante anche degli pseudo “democristi”. Mattarella avrebbe dovuto imporre un governissimo e invece ha fatto assurgere al rango di statista una marionetta nelle mani di Zingaretti e company.

  • Laura52 11 aprile 2020

    Conte, il premier non eletto dagli italiani, continua con le sue politiche dissennate. Ma cosa vuol dire permettere di aprire le librerie? Ha parenti/amici/conoscenti suoi o della sua compagna che hanno delle librerie? Altrimenti non si capisce questa mossa su un’attività che, notoriamente, funziona poco anche in tempi non di pandemia. Perchè invece non riapre, almeno parzialmente, le aziende, magari imponendo turni, seguendo tutte le misure di sicurezza? Se ci arrivo io che ho 68 anni. A già, ma io ho lavorato tutta la vita…

  • Giovanni 11 aprile 2020

    Ci vorrebbe un secondo Napoleone per risolvere questa situazione. Gli attuali governanti e ministri sono soltanto delle marionette che si inchinano all’Europa che ormai non esiste più.

  • Pierluigi Tasciotti 11 aprile 2020

    Salvini e la Meloni hanno ragione. E’ stata una spiacevole caduta di stile di Conte. Purtroppo oggi Salvini e tutti quelli che lo hanno votato pagano a caro prezzo la leggerezza di non aver saputo attendere, consegnando di fatto, alla sinistra il potere e a Conte l’opportunità di assurgere al rango di Premier con l’appoggio dei cattocomunisti e degli pseudodemocristi come li chiamava Almirante.

  • federico fiammetta 11 aprile 2020

    ieri sera Meloni ha citato la Corea del Nord come se fosse il peggiore Stato al mondo. Ma finisce di fare la guerra al resto del mondo? Crede che aiuti lei o l’Italia aggiungersi un nemico al giorno? C’è qualcuno in FdI che riesce a farla ragionare?

    • Francesco Storace 11 aprile 2020

      Perché, è un paese democratico?

  • Giuseppe Forconi 11 aprile 2020

    Impossibile crederci, ma e’ tutto vero, siamo fottuti.
    Il glorioso COMUNISMO ITALIANO ci ha fregato in pieno. Altro che blocco fino al 3 Maggio, o qui scoppia ora oppure…….!!!!
    Il popolo delle galline ha paura ad armarsi….???? si ? e allora tenetevelo, anzi dategli una mano affinche’ finisca di strozzare l’Italia.
    Fra qualche mese quando avrete bisogno di aiuti, andate a bussare alla porta di conte, ma rafforzatevi il di dietro perche’ i calci si sprecheranno.

  • biagio 11 aprile 2020

    C’è un detto che dice: “tutto fumo e niente arrosto”.

  • Nicolo' 11 aprile 2020

    Conte e’ personaggio assolutamente inadeguato a fronteggiare la crisi dal punto di vista sia sanitario che economico. Sul lato economico , non e’ e non sara’ MAI CAPACE di trovare le soluzioni che servono. Va a chiedere prestiti dagli strozzini europei, quando l’Italia e’ carica di soldi degli ITALIANI. Bisognerebbe solo lasciar investire i nostri connazionali in un progetto economico che preveda tassazione piu’ bassa, governo che paga alle aziende quanto deve, ordine e impiego per tutti. Ci rialzeremmo molto presto e molto piu’ forti, che di idee e capacita’ non ci mancano. Ma la congrega tecnocratica europea cui Conte ha aderito, non vuole in gioco le CAPACITA’ e le IDEE INNOVATIVE, vogliono imbrigliare la gente per disporre di Buffoni e Camerieri, Giullari e Servi, perche’ in questo modo pensano di tenerci prigionieri dei loro lacci in eterno. Chi ha lavorato lo sa. Chi non ha mai fatto un piffero oggi cerca di tenersi stretta la poltrona. Conte e’ esattamente il primo ministro di cui non abbiamo bisogno: PERICOLOSO per i nostri interessi che svende ogni giorno per i suoi, INCAPACE di dare un piano per un futuro migliore a questo paese disgraziato governato da ignoranti e opportunisti !

  • Saulo 11 aprile 2020

    E ora di agire .tutti fuori ! Ribelliamoci subito prima che sia tardi .Se continuano a farci stare a casa svenderanno il nostro paese !!!! Faremo la fine del topo

    • Francesco Storace 11 aprile 2020

      Piano…

    • Francesco Storace 11 aprile 2020

      E quindi? Che senso ha?

  • Paolo Angela 10 aprile 2020

    È l’ora di scendere in piazza.
    Hanno passato ogni limite!!!
    Togliamoci il contevirus dalle palle una volta per tutte… e con lui quelle immonde blatte di sinistri e grullini!!!… sarà allora che potremo affrontare la fase 2 e tornare a sperare in un’Italia libera ed indipendente!!!
    Forza Giorgia, forza Matteo!!!
    L’italia pulita è al vostro fianco!!!

  • renzo chiorrini 10 aprile 2020

    Dopo la fine dell’emergenza appena sarà possibile, bisogna indire una grande manifestazione contro questo governo che ci sta portando alla rovina.
    Inoltre occorre uscire al più presto dall’Unione Europea e intessere rapporti commerciali con la russia e gli stati uniti , rilanciare l’agricoltura , importiamo il 60% di merda da altri paesi e abbiamo e possiamo avere la migliore agricoltura del mondo, con tutti i tipi e migliori prodotti. Su questo si sviluppera l’industria di trasformazione con nuovi posti di lavoro a cui si sommeranno quelli per la produzioni di mezzi agricoli.
    Il Turismo deve ritornare ad essere un’altra valvola di traino con sostegni economici abbinati alla diffusione dei nostri prodotti agricoli per la valutazione del turismo enogastronomico con percorsi eco-ambientali-agricoli – alimentari anche nelle citta d’arte nelle nostre montagne e nei nostri mari, mari dove deve ripartire la pesca, fonte di altri prodotti nostrani. L’iItalia e forte e ce la fara se facciamo questo programma e faremo il culo all’europa dove non potranno imitarci. Diminuzione delle tasse sugli immobili, per far riprendere l’edilizia e la compravendita, meno tasse sui prodotti per aumentare i consumi che a loro volta faranno rientare entrate fiscali.

  • Siro fanunza 10 aprile 2020

    Non dovete più partecipare a nessun tavolo tecnico indetto dal governo.
    Sono solo trappole meglio discutere in parlamento.

  • Roberto 10 aprile 2020

    Buonasera. Volevo solo far notare che la conferenza di conte è andata in onda anche sun Sky non solo sulla rai .

  • maurizio pinna 10 aprile 2020

    Quello che sorprende non sono le arringhe del conducator massimo, ma la cocciutaggine di quegli italiani che continuano comunque a conferirgli una certa preferenza. Peraltro leggo che il rosso mucchio selvaggio al completo sta pensando a come festeggiare il 25 aprile. Se l’Italia fosse un paese normale, non pretendo come l’Islanda dove TUTTI studiano la Storia, si renderebbe conto che il 25 aprile è solo la festa di piazzale Loreto, ma resta una festa di frustrati perché l’insurrezione proclamata dal PCI per sovietizzare l’Italia fu un flop, in quanto gli Alleati erano già arrivati e sull’uso delle armi ci fu subito il veto. E allora, con la solita protervia dei compagni, non potendosela prendere con gli Alleati, si optò vigliaccamente di rifarsi sui morti, accanirsi su delle salme, svillaneggiare e umiliare dei caduti, gente assassinata senza uno straccio di processo tanto per lanciare un segnale di forza. Oggi è lo stesso, si ostentano le condoglianze per i morti ammazzati dal terminator, in un caos generale di ordini e contrordini, di annunci e smentite, di accordi sottobanco con gli europeisti falsi e cinici, ma da bravi epigoni loro pensano solo a festeggiare il 25 aprile. Come diceva Appelius? Dio stramaledica………..

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica