Calabria, arrestato un latitante durante i controlli per il coronavirus. Era in macchina con un amico

lunedì 6 aprile 13:49 - di Redazione

Calabria, un latitante è stato arrestato dalla Guardia di Finanza. Giuseppe Cozzolino, 52 anni, originario di Cosenza. Era già noto alle forze dell’ordine. Per precedenti per traffico di sostanze stupefacenti. Le manette sono scattate di durante i controlli per il coronavirus. Un’altra persona, K.F., è stata denunciata a piede libero. Per violazione alle Leggi sanitarie. In regime di permanenza volontaria presso il proprio domicilio. Il latitante era  rientrato il 22 marzo dalla Germania. I due viaggiavano a bordo di un’autovettura con targa straniera. Sono stati fermati a un posto di controllo dai finanzieri. Nel corso di specifici e mirati servizi sul territorio organizzati per fronteggiare il Covid 19.

Calabria, arrestato un latitante, era in macchina

I militari della Tenenza di Modica hanno condotto l’operazione. Sotto il coordinamento del Gruppo di Ragusa. E l’ausilio del potenziato dispositivo di tutti i Reparti territoriali della provincia. Che operano in costante contatto con la Sala operativa del Comando Provinciale. Il fermo dei due è avvenuto a Fiumara, lungo la Strada Provinciale Modica-Scicli. I finanzieri, insospettiti dall’atteggiamento strano dei due, sprovvisti di autocertificazione, hanno proseguito con accertamenti. Da qui la scoperta dei due irregolari. E l’arresto immediato. E’  emerso che era latitante da circa tre anni. Destinatario di un provvedimento di carcerazione. Emesso dal tribunale di Pistoia. Perché condannato a 9 mesi di reclusione per atti persecutori.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica