Virus e studi: ci tocchiamo il viso con le mani decine di volte al giorno. Perché non farlo e come evitarlo

giovedì 19 Marzo 14:56 - di Redazione
mani sul viso foto Ansa

Coronavirus, istruzioni per l’uso. O meglio, per evitarlo. E tornano di stringente attualità e svelano sconcertanti aspetti inediti, tutti quei piccoli gesti. Quotidiani. Inconsulti. Automatici e inconsapevoli che tutti noi facciamo tutti i giorni. Più volte al giorno. Fino a decine di volte al giorno. La scienza corre ai ripari, dopo le spiegazioni psico-sociologiche del caso. Per esempio, uno su tutti, uno studio realizzato da una equipe di ricercatori di Sidney, ci spiega perché ci tocchiamo spesso il viso. Anche fino a 23 volte in 24 ore. E come fare per evitarlo.

Uno studio rivela: portiamo le mani al viso almeno 23 volte al giorno…

Dunque, a quanto a comportamenti compulsivi e gesti inconsulti, lo studio australiano, rilanciato in queste ore dal sito de Il Giornale, portarsi le mani al viso è un atto incontrollato, che ripetiamo inconsciamente decine e decine di volte al giorno. Un’abitudine che in condizioni di normalità passa inosservata e, magari, non diventa neppure oggetto di studio analitico e di rilievo internazionale. Ma in giorni di pandemia, e di contagio da contatti, anche il più insignificante movimento rischia di rivelarsi grave. Tanto è vero che, con la curva dei contagi che sale esponenzialmente ogni giorno, virologi e addetti ai lavori sconsigliano di farlo, suggerendo altresì di evitare rigorosamente contatti con occhi, naso e bocca al fine di evitare possibili contaminazioni.

Mani al viso: ecco cosa si rischia

Scrive infatti il quotidiano diretto da Sallusti analizzando lo studio australiano: «Questo comportamento è indice di una richiesta inconsapevole non esplicitata mediante il linguaggio verbale, ad esempio, la necessità di interloquire con qualcuno»… «Altre volte, invece, toccarsi il viso o i capelli è talvolta un segnale di “seduzione”, afferma la primatologa del Cnr, Elisabetta Visalberghi, nei confronti di chi ci sta di fronte». Tuttavia, qualunque sia il motivo dell’atto più o meno inconsulto, è bene prestare attenzione ed evitarlo. Anche se non sarà facile, considerato che, come riporta il report in oggetto, condotto nel 2015 da una squadra di infettivologi capitanata da Mary-Louse McLaws della University of North Sout Wales di Sidney. E realizzato sul campione di un gruppo di giovani studenti della facoltà di medicina, ha evidenziato che sono molte le scuse e le occasioni per portare le mani al viso. Per esempio, indica lo studio, i laureandi di quel gruppo preso in esame, erano soliti portarsi le mani alla faccia, sopratutto vicino naso, occhi e bocca.

Come evitarlo: i 3 consigli degli esperti

Ma perché abbiamo questo vizio, o vezzo, che dir si voglia? Per esempio perché, sottolinea l’analisi di Sidney, «nei mammiferi, ma anche negli uccelli, i comportamenti diretti verso se stessi cosiddetti di “mantenimento” (lisciarsi il pelo o le penne), sono quelli più tipici e più studiati. E tra questi certamente rientrano nei primati (uomo incluso) anche i gesti che hanno a che fare con il toccarsi varie parti del corpo. Compreso il viso». e se a spiegarlo è l’etologo e Accademico dei Lincei Enrico Alleva, citato dal Giornale, possiamo crederci eccome. Come evitarlo accuratamente allora? Etologi e scienziati provano a rispondere all’arduo quesito. E tra i vari suggerimenti, per esempio, indicano tra i suggerimenti più idonei: 1) accertarsi sempre di una perfetta igienizzazione delle mani. Che, come detto e ripetuto a oltranza da settimane a questa parte, dobbiamo lavare spesso e con cura. 2) Si può adottare anche l’accorgimento che suggerisce di tenere occupate le mani. 3) O, in alternativa, se ci allontaniamo da casa, gli esperti consigliano di indossare sempre dei guanti protettivi. Dopo averne trovato scorte a sufficienza…

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *