Vergogna a Napoli, immigrati sbeffeggiano polizia e divieti e seminano il caos. La Boldrini tace? (Video)

martedì 17 Marzo 11:27 - di Martino Della Costa
Immigrati a Napoli video da Facebook

Eccole le solite “risorse” dell’Inps. gli immigrati a Napoli deludono le aspettative riposte dalla ex presidente della camera Laura Boldrini. E indignano i cittadini, oltre ogni ragionevole dubbio. La polizia è costretta a dargli la caccia. A invitarli a restare a casa. A “convincerli”v a obbedire alle misure del governo varate – per tutti – in giorni di emergenza epidemia coronavirus. Ma loro, per tutta risposta, sbeffeggiano forze dell’ordine e provvedimenti, e creano disordine. Incrementano l’allarme…

Gli immigrati a Napoli sbeffeggiano divieti e polizia che li richiama all’ordine

Forse ubriachi. Sicuramente provocatori. E comunque minacciosi, un gruppetto di immigrati se ne va in giro per le strade di Napoli senza mascherina. I poliziotti in perlustrazione avvicinano uno di loro che, sfrontatamente, comincia a urlare. «Io non sono malato. Sono nero». Poi entrano alla rinfusa in un negozio aperto. Senza protezioni. incuranti della distanza di sicurezza. Senza tutele per chi è già dentro e per gli esercenti al lavoro. Infischiandosene delle restrizioni e delle norme speciali.

Entrano in un negozio senza mascherine e…

E, soprattutto, come appellandosi a chissà quale prerogativa speciale di cui poter usufruire, in spregio di provvedimenti governativi. Rispetto per il prossimo. E una sorta di immunità che gli si dovrebbe in quanto “immigrato” protetto dalla propaganda progressista che ha fatto del buonismo coatto un diritto che non può e non deve prescindere da norme, divieti e, soprattutto buon senso. L’epidemia del coronavirus ha imposto a tutti una quarantena che non può e non deve essere forzata a rischio di nessuno. E per nessun motivo al mondo.

 

 

Napoli, Polizia costretta a dare la caccia alle risorseINPS che se ne fregano delle regole e minacciano: "Noi a casa non ci andiamo, siamo neri." I risultati dell'accoglienza indiscriminata. #RadioSavana

Napoli, Polizia costretta a dare la caccia alle risorseINPS che se ne fregano delle regole e minacciano: "Noi a casa non ci andiamo, siamo neri." I risultati dell'accoglienza indiscriminata. #RadioSavana

Pubblicato da Richiesta di risarcimento danni alle ONG su Lunedì 16 marzo 2020

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Francesco Ciccarelli 17 Marzo 2020

    Ci vogliono sei agenti che seguono il negro per aspettare che si decida ad allontanarsi di pochi metri? Immagino che lo sfaccendato sia andato a ubriacarsi in un altro bar, alla pari di migliaia di suoi simili che, come minimo, passano così la giornata, nella peggiore delle ipotesi delinquono. Lascio a voi ogni commento!

  • Angelo 17 Marzo 2020

    Basterebbe far rispettare le regole. Come in Germania, dove non mi risulta che si possa prendere in giro la polizia.
    Come farle rispettare? Chiedetelo alla Kienge.In Congo sono esperti.

  • Maurizio Pugliese 17 Marzo 2020

    Gli articoli non sono centrati nella pagina.

    • Francesco Storace 26 Marzo 2020

      Quando ci sono i video lo smart phone è meglio metterlo in orizzontale

    Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )