Scanzi diceva: “Siete deficienti: il coronavirus è innocuo” (video). Oggi pontifica in tv

giovedì 26 marzo 11:41 - di Marta Lima

Guardate questo video. E’ del 25 febbraio scorso. Un “Fonzie” col giubbotto nero di pelle, dal nome Andrea Scanzi, se ne va in giro in moto per le campagne a pontificare sul coronavirus. Negando che esista, definendo deficienti quelli che si preoccupano, insultando i giornalisti che lanciano l’allarme, lodando Conte per la sua calma. E dipingendo come “ridicoli” quelli che indossano la mascherina. “E’ una normale influenza, non uccide più di una influenza”.

Il video che nega la pericolosità del coronavirus

Un video che oggi, a guardarlo, fa venire i brividi. In effetti, il giornalista del Fatto Quotidiano, si era sbagliato, e di grosso. Come tanta altra gente. Ma lui, ancora oggi, impazza in tv, pontifica, fa il fenomeno, sfotte chi sottovalutava il problema, chi si permette di criticare gli scienziati e il governo.

Ci sarebbe da ridere, se non ci fosse da piangere. Incredibile, ma vero. Andrea Scanzi oggi parla di sottovalutazione del fenomeno coronavirus. “Torneremo alla realtà quando potremo andare di nuovo ad eventi di massa. E non sarà a giugno, è stato annullato il concerto di Nick Mason del 26 giugno a Lucca. Scellerato far giocare Atalanta Valencia”.

Poi critica Sgarbi, che come lui negava il fenomeno durante una lite col  virologo Fabrizio Pregliasco a “Non è l’arena” o con Burioni.

Da Scanzi critiche ma non autocritiche

Ormai siamo al rovesciamento di ruoli. Abbiamo anche Salvini che fa post cannoneggianti, dove dice: ‘Finalmente ci hanno dato retta’. In realtà, nessuno ha dato retta a Salvini, anche perché lui il 27 febbraio diceva di riaprire tutto. Salvini è uno che dice tutto e l’esatto contrario. Questo, invece, è il momento in cui tutto il Paese, ma anche tutta la politica, dovrebbe fare squadra una diavolo di volta. Non lo sta facendo. E non mi sembra che il responsabile sia Giuseppe Conte. Mi sembra invece che i responsabili siano, da una parte, quelli dell’opposizione, che continuano a tirare pesci in faccia a Conte, e dall’altra parte, sebbene mi dolga dirlo, anche parte degli italiani”. 

Lui no, Andrea Scanzi aveva capito tutto: “Siete deficienti…”. E’ la stampa italiana, bellezza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giago 27 marzo 2020

    Se solo si riascoltasse ed avesse un po’ di dignità, bene, si prenderebbe una zappa e ..vai! Sbagliare si può ma insultare sbagliando è da emeriti cialtroni,

  • dino rainieri 27 marzo 2020

    Scanzi giornalista superpinocchio e Dio ci scansi

  • Enzo 27 marzo 2020

    Questa persona a chiamato sciagalli gli altri quando lui è il primo sciagallo,che quando va in tv sa solo offendere quelli di dx mai quelli di sx. Invece per quanto riguarda il video è meglio che nn commentare che mi iene il vomito.

  • Leo Grellede 27 marzo 2020

    Zecca rossa

  • Marcello Arcangeli 27 marzo 2020

    Ma non ci sarà mai la possibilità di pubblicare questo filmato sui TG nazionali ? E’ da radiare lui da ogni e qualunque forma di informazione giornalistica. Da voltastomaco !

  • mameli romano 27 marzo 2020

    BRAVO Andrea Scanzi, Menomale che Mr. Scanzi non ha timore di dire quello che penza

    • Francesco Storace 27 marzo 2020

      E non pensa a quello che dice

  • Paolo 27 marzo 2020

    dato che il “coronavirus è leggermente peggiore di una influenza e non mortale” come dice questo improvvisato medicone appena sarà finita la pandemia e gli ospedali saranno svuotati, per la pena del contrappasso, sarebbe bello che questo signore potesse provare la gioia della “leggermente peggiore influenza” per avere posto in ospedale

  • claudio dal canto 27 marzo 2020

    Il bravo e educato ,giornalista forse,si consiglia dalla sua amica Lilly di riprodurre oggi questo videoa cge è abbastanza lungo ma se si toglie le parole incazzato,sega cazzo e altre simili si riduce a pochi minuti.quello che resta come dice lui è una cazzata

  • GABRIELE 27 marzo 2020

    MA QUESTO NON E’ NORMALE …HA PRESO L’UNICA FORMA MODIFICATA DEL COIONAVIRUS ….

  • ADRIANO AGOSTINI 27 marzo 2020

    Questi giornalisti votati al M5S sono da cancellare perché non sono obiettivi e gettano fango su chi non la pensa come loro. Anche con falsità e menzogne. Dovrebbero essere radiati dall’albo.

  • Mauro 27 marzo 2020

    Forse noi stiamo rincoglionendo, vorrà dire che faremo il tampone …., per te invece non serve, positivo tutta la vita! Fatti un bagno d’umiltà e osserva il silenzio che è meglio!

  • Giuseppe 27 marzo 2020

    Cretino montato di cervello va fanculo

  • Luigi 27 marzo 2020

    Povero ignorante

  • federico 27 marzo 2020

    Lo dicevano anche sciagurati sindaci, governatori di destra, che nemmeno si sono dimessi, e giornalisti di destra, che continuano a pontificare

    • Francesco Storace 27 marzo 2020

      Chi?

  • De liguoro Vincenzo 27 marzo 2020

    Travaglio dovrà stare molto attento l’allevio supera il maestro come CAZZARO usando un suo termine

  • Claudio 26 marzo 2020

    6500 morti coglione saputello

  • Pier 26 marzo 2020

    Non conoscevo Scansi in questa veste, credo che uno di quei giornalisti che dovrebbero essere radiati dai programmi televisivi deve essere lui.
    Non basta saper parlare, ma occorre accendere il cervello.
    Spero che risentendo si oggi, a distanza di un mese, si vergogni e chieda scusa pubblicamente.
    Fenomeni in Italia ce ne son anche troppi, ci mancava anche Scansi!!!

  • digiac2008@gmail.com 26 marzo 2020

    Sei un emerito coglione……..

  • Marco Marchetti 26 marzo 2020

    Classico da chi dice bene e razzola male, oppure armiamoci e partite, oppure sono tutti capaci di fare i culattoni col culo degli altri.
    Se hai pagato per 25 anni non hai pagato abbastanza, paga la differenza per impare a ragionare e poi inserisci la spina per parlare, ma prima sciacquati la bocca di chi paga con la vita.
    UN BERGAMASCO INCAZZATO CON CHI CI GOVERNA.
    ” NOTER EN MOLA MAI ” ( noi non molliamo mai )
    Muoiono le persone ma idee restano. B.M.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza