Salvini: “Bloccare le tasse. Come fanno gli italiani a pagarle se non fatturano e incassano?”

giovedì 26 marzo 18:57 - di Redazione
Salvini

Bisogna “rimandare tutte le tasse, come si può pensare che chi non incassa e non fattura possa pagarle? ”: è durissimo l’attacco di Matteo Salvini al governo Conte intervenendo in Senato dopo l’informativa di Conte a Palazzo Madama sull’emergenza Coronavirus.

“Commercianti, artigiani, partite Iva, milioni di lavoratori senza certezze, sono dimenticati – accusa il leader del Carroccio -. Servono garanzie su cassa integrazione, sospensione di mutui e affitti”.

Salvini, la gente è stanca, fra poco vi verrà a cercare

“Il Commissario che avete nominato dia risposte oggi, domani è tardi – esorta Salvini. – Su ventilatori polmonari, tute protettive, mascherine: le Regioni non stanno ricevendo i materiali in qualità e quantità sufficienti”, ha continuato Salvini.

“Se questi soldi” per aiutare chi è in difficoltà “non arriveranno, fra un mese, due mesi e tre mesi, la gente esce di casa, ma non per ringraziare…”, avverte Salvini, sottolineando i rischi di disordini sociali che possono arrivare per la crisi economica nata dall’emergenza.

“Perché se uno non ha i soldi per andare a fare la spesa, magari un genitore, non mangia lui. Ma se non riesce a dare da mangiare a suo figlio, il problema c’è”, avverte il leader della Lega, sollecitando ulteriori misure economiche dal governo.

Salvini: “Basta con la burocrazia, adottare modello elvetico”

Quanto alla burocrazia con cui devono fare i conti gli italiani in questo momento Salvini porta l’esempio della Svizzera.

“Stracciate quelli che avete! Arriva il quarto modulo per l’autocertificazione degli spostamenti in Italia. Un solo modulo per avere fino a 500.000 franchi subito, garantiti dallo Stato, sul conto corrente in Svizzera. Trova le differenze”, scrive Matteo Salvini su Facebook.

“Noi cerchiamo di proporre miglioramenti, ci pagano per questo – dice Salvini rivolto a Conte. Io ringrazio tutto il Centrodestra perché abbiamo dimostrato una compattezza che il paese ci chiedeva. E stiamo portando proposte”.

“Però – avverte il premier – la collaborazione noi la intendiamo non come un garbato ascolto, una volta ogni 15 giorni, di quello che lei sta facendo”.

“Collaborativi sì, spettatori no. Ascoltate le nostre proposte”

“Se ci vuole collaborativi – aggiunge il leader della Lega – lavoriamo insieme. Se ci vuole spettatori allora ce lo dica”. “Noi – assicura Salvini – continuiamo a fare proposte, però vorremmo anche che queste proposte fossero ascoltate. Perché nei decreti, ci sono degli evidenti errori”.

“Al governo si chiedono risposte immediate – incalza Salvini. – Mancano mascherine, mancano milioni di mascherine nelle case di riposo, nelle corsie di ospedali, nelle case. Perché l’emergenza fra poche settimane si trasferirà dagli ospedali alle case”, mette in guardia il leader leghista.

“Quando verranno dimessi i malati occorreranno le bombole d’ossigeno a casa. Mancano bombole d’ossigeno, c’è il mercato nero delle bombole d’ossigeno – accusa il leader della Lega. – Gli italiani sono a casa e si sacrificano – aggiunge – ma pretendono di essere protetti e rispettati”.
“Siamo arrivati a 7503 morti – lamenta Salvini – io vorrei che questo numero non si moltiplichi”.

Stipendio di medici e infermieri esentasse per il 70 per cento

“Permettetemi di dire che chi si permette di criticare la qualità della Sanità offerta dai medici lombardi si dovrebbe vergognare prima di mettere in discussione la qualità del servizio offerto ai cittadini per polemica politica”, aggiunge poi riferendosi alle polemiche con il sindaco Gori di Bergamo.

Per medici e infermieri “non bastano applausi e complimenti o medagliette. Occorre intervenire pesantemente sugli stipendi di chi sta rischiando la vita in prima linea”, propone Salvini. E ricorda che “il governo ha messo un provvedimento che prevede che per chi lavorerà alle Olimpiadi Milano-Cortina lo stipendio sia tassato solo sul 30% del montante. Quindi stipendio esentasse per il restante 70%.

“Noi chiediamo che per il personale medico e sanitario infermieristico ci sia lo stesso trattamento economico. Il 70% dei loro stipendi dovrà essere esentasse per i prossimi anni, perché di pacche sulle spalle ne hanno piene le tasche”, conclude Salvini.

L’applauso ai preti “che non stanno chiusi in un palazzo”

Il leader della Lega rivolge poi “un pensiero ai tanti sacerdoti che si stanno immolando, che stanno andando oltre, alla chiesa di paese, di frontiera. Quella – sottolinea – che preferisce non stare chiusa in un palazzo ma tra la sua gente”. E ringrazia i sacerdoti nella “Bergamasca, in Piemonte e Emilia“. “Sono decine i sacerdoti morti“, aggiunge Salvini, chiedendo l’applauso dell’aula che arriva immediato. “Curano le anime – sottolinea – come altri curano i corpi”.

Quanto all’Europa, per Salvini “a Bruxelles qualcuno non ha ancora capito che aria tira. Se il governo tedesco parla ancora di Mes senza condizioni, che prevede che i soldi dati all’Italia, vengano rimborsati in futuro a debito dei nostri figli, magari con una bella patrimoniale, allora a Berlino e Bruxelles non hanno capito niente “.

“Il Mes? Bruxelles e Berlino non hanno ancora capito”

“Alla fine del tutto dovremmo chiedere conto a chi ha fatto cominciare tutto e ha perso settimane colpevolmente nel denunciare l’epidemia“, dice Matteo Salvini attaccando così la Cina.

“Se il governo cinese – aggiunge – sapeva e non ha denunciato e non ha protetto, ha commesso un crimine ai danni dell’umanità”.
“Adesso non si può far passare per salvatore colui che ha contagiato il mondo – accusa ancora – questo è inaccettabile, gli aiuti sono benvenuti da parte di tutti. Ma è vero che si sono perse tre settimane nella denuncia” dell’epidemia all’Oms.
Alla fine il leader leghista incassa un sostegno inaspettato. “Mi è piaciuto molto Salvini. Chiaro Sintetico, esaustivo. Forza”, scrive sul proprio profilo twitter Gloria Guida.

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Natalia 27 marzo 2020

    Buongiorno, sono Natalia Bruno di Montoro Avellino. Chiedo di essere aiutata ho due bambini piccoli e la mia prima figlia incinta , lavoravo saltuariamente sono disoccupata da settembre 2019 non ho risorse economiche per i miei figli, le chiedo di aiutarmi. Bruno Natalia

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica