Parole di Mogol, suonano i medici: arriva l’Inno contro il coronavirus. “Cantiamo la speranza” (video)

sabato 21 marzo 15:56 - di Luciana Delli Colli
mogol

Suonano da casa, dagli studi, dall’ospedale. Sono i medici della Federazione italiana delle Società medico scientifiche (Fism) che hanno partecipato alla registrazione, rigorosamente online, dell’Inno dei medici contro il coronavirus. Il testo è stato scritto da Mogol, sulle note de Il mio canto libero.

“In un mondo che fa paura ormai…”

“In un mondo che fa paura ormai, noi ti aiuteremo sai. Tutto passerà, e sorriderai, noi ce la faremo, sì, lo vedrai. Adesso resta a casa, esci solo per la spesa, domani è un nuovo giorno”, cantano i dottori, mentre alcuni colleghi da tutta Italia suonano la batteria, la tromba, il piano, il basso, la chitarra, auricolari nelle orecchie e connessione a portata di ripresa.

Il “regalo” di Mogol e il talento dei medici

La canzone e il video, che sono stati “adottati” anche dal ministero della Salute, nascono con la volontà di portare un messaggio di speranza agli italiani, ma anche di sostenere gli appelli a rimanere a casa. In questo modo “abbiamo voluto sottolineare – ha spiegato la Fism in una nota – come il difficile lavoro negli ospedali debba essere sostenuto dall’impegno di tutti. Ne è nato un vero e proprio inno che, pur nella fatica, non abbandona la speranza”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza