La Merkel vuole imporci il Mes, Meloni: “Il piano per commissariare l’Italia. Il governo si svegli”

mercoledì 25 marzo 14:48 - di Adriana De Conto
Merkel

La Germani vuole imporci il Mes. E’ la conclusione a cui giunge Giorgia Meloni che dai profili social stigmatizza il piano scellerato di Angela Merkel per l’Italia. E incita il governo italiano ad alzare la testa, se ne ha le capacità.

“Merkel ha appena fatto sapere che non è disposta a concedere l’accesso al Fondo “ammazza” Stati senza condizionalità, svelando – qualora ce ne fosse bisogno – qual è il vero piano della Germania: approfittare dell’emergenza coronavirus per commissariare l’Italia:  imporre il rigore tedesco alla nostra economia ed espropriare le sue aziende e i suoi asset strategici”

Il piano della Merkel

Giù la maschera, incita la presidente di FdI: “L’emergenza Covid-19 sta mostrando a tutto il mondo il vero volto della UE a trazione tedesca. Spero che sia chiaro il messaggio a tutti gli europeisti di casa nostra: è ora che prendano definitivamente atto anche loro della situazione”.

Che fare? Tirare fuori gli attributi: ” A questo punto non rimane che andare all’Eurogruppo e pretendere immediatamente la restituzione dei soldi che l’Italia ha versato al MES. Abbiamo un’emergenza sanitaria e una crisi economica da affrontare. Il Governo italiano alzi la testa e risponda oggi stesso alla Cancelliera tedesca”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Saulo 27 marzo 2020

    No mes, no Europa ,no Draghi ! Basta essere in mano dei nemici dell’Italia

  • Gino Vercesi 26 marzo 2020

    Brava GIORGIA ! sono con te,
    un appunto : …il Governo Italiano non può alzare la testa……perché no l’ha !
    quindi, in qualche modo dobbiamo provvedere ….e in fretta….i finanzieri (?) di Bruxelles – e i loro seguaci..- si stanno limando le unghie….

  • Germana 26 marzo 2020

    Cara Giorgia, sono d’accordo con te.
    No al MES ed agli atri meccanismi burocratici che creino servitù.
    L’indipendenza è costata il sangue di tanti Italiani!

  • Guido Baguzzi 26 marzo 2020

    Sono da sempre schierato a Destra, prima con Almirante ed ora dopo la delusione Fini, mi riconosco totalmente in Giorgia Meloni ed è per questo che, per il bene che Le voglio, mi permetto di suggerirLe, quando lo riterrà opportuno, di rompere gli indugi e schierarsi con il numero sempre crescente di italiani che non ne possono più degli strozzini europei e della loro organizzazione criminale. Non vogliamo fare la fine dei nostri poveri amici greci. Quindi: 1-Nazionalizzare Banca d’Italia; 2- Ritirare gli euro e sostituirli con le Nuove Lire 3-Usare gli euro ritirati per estinguere il Debito estero.
    4-Alzare la testa e ricordare che questa Europa non si può cambiare dall’interno.
    Questo è il mio modesto pensiero. Giorgia, in ogni caso, sarò sempre al tuo fianco!

  • rino 26 marzo 2020

    Il governo non si sveglia perché è già sveglio, ma fa l’interesse di chi lo ha messo al potere, cioè la troika. Tutto il PD e la sinistra, compreso Mattarella sono allineati alla Europa della Merkel, perciò non fanno l’interesse dell’Italia e dovremmo liberarcene.
    La fesseria l’ha fatta Salvini a uscire dal governo e questo permetterà l’elezione di un altro predidente della repubblica di sinistra filoeuropeo e antitaliano.

  • Ludovico 25 marzo 2020

    Giorgia e nuova Margaret Thatcer della Destra …..Forza Giorgia the next prime minister of Italy

  • Bruno 25 marzo 2020

    Carissima Giorgia Meloni, non serve più nulla parlare, ormai servono i fatti.
    L’ultima speranza che ci rimane è nelle mani del centro destra, dovreste iniziare a pensare a un colpo di stato, perché con la sinistra non si può più ragionare in quanto sono solo dei venduti.

  • Sandro Cecconi 25 marzo 2020

    Il MES sarebbe l’omicidio volontario dell’Italia. Il grande problema è che nessuno o quasi sa il motivo. Il motivo si trova in un articolo del MES e il teorema che viene usato, composto da due corollari, per il calcolo serio e vero per valutare la sostenibilità di un debito. Fu introdotto una settantina di anni orsono dal premio Nobel per l’Economia Robert Solow ed è più che corretto.

  • Pasquale 25 marzo 2020

    Sono sempre del parere, che al momento opportuno, in sicurezza,bisogna assolutamente lasciare u.e., prima che lo faccia la Germania, lasciandoci con il cerino in mano.

  • Saulo 25 marzo 2020

    Fateci sentire! Fuori dall’Europa subito ripristinare la banca d’Italia che stampa denaro nostro! Ora!subito !
    Eliminare le multe imposte da Conte e invece di comprare i droni a5000 euro l’uno e utilizzare il denaro per respiratori polmonari Ela terapia intensiva!!!!!!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica