Il coronavirus arriva in Libia, migranti in fuga verso l’Italia: non si fidano della loro sanità

sabato 14 Marzo 13:20 - di Alberto Consoli
Migranti

Il coronavirus non ferma i migranti in fuga dalla Libia.  La fonte locale di Ofcs. report annuncia scenari anche più drammatici di quelli attuali. “Nei prossimi giorni, con il mare calmo, potrebbero partire decine di barconi. Gli sbarchi, quasi azzerati da inizio mese sulle nostre coste, sono da attribuire al mare mosso che ha impedito ai barconi di partire. Ma non solo. L’assenza di navi Ong al largo della Libia ha contribuito a fermare, momentaneamente, le partenze”. Ma le cose stanno cambiando rapidamente.

Già ieri, spiegano fonti locali di Ofcs. report, due barconi sono stati fermati dalla guardia costiera libica e riportati a terra. E questa mattina, Alarm phone ha segnalato un gommone nella zona Sar maltese. Cosa sta accadendo?

Migranti in arrivo dalla Libia

“E’ evidente che la presenza di covid-19 in Italia e in Europa non fermerà le partenze” allerta il sito di informazioni internazionali. Anzi, vale il discorso inverso. Il “rischio di rimanere infettati in Libia è motivo di ansia viste le strutture sanitarie carenti che non raggiungono gli standard italiani e europei. E forse i migranti, oltre che dalla guerra, fuggono anche dal rischio di rimanere contagiati ed essere costretti a “curarsi” in loco”.

Covid-19 arriva il Libia

La paura c’è, e tanta. Infatti anche in Libia, il pericolo del contagio e della diffusione del virus è diventato un allarme. Il Consiglio comunale di Tajoura, nell’ovest del Paese, ha annunciato la chiusura della scuole per due settimane. In Libia, infatti, sarebbero due i casi di persone contagiate dal cornavirus. Ma secondo alcune fonti, le persone infette sarebbero molte di più, anche tra i migranti. Anche il ministro della Finanza, nei giorni scorsi, ha discusso le misure precauzionali necessarie per affrontare la minaccia del coronavirus.

Ma non c’è solo la Libia. Nel continente africano i contagi interesserebbero già 12 stati.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Elvira Antonella 17 Marzo 2020

    Questi sono matti. Lottino nei loro paesi per avere una sanità giusta e capace. I nostri medici e infermieri sono già stressati e demoralizzati a rischio contagio. Non possiamo curarli negli ospedali perchè non c’è posto. Se sbarcheranno qui con il rischio che siano già contagiati succederà qualcosa di tragico perchè gli italiani già fin troppo pazienti sicuramente usciranno fuori di testa. Non so se sono stata chiara. Ci manca solo che arrivino anche dall’Africa in un paese stanco, spossato, distrutto nel morale checchè se ne dica. Non finiremo mai di essere malati perchè nonostante tutto i
    sinistrorsi diranno che li dobbiamo accogliere per umanità. Ora basta! A quando il BLOCCO NAVALE EUROPEO PER ARGINARE IL PERICOLO?
    L’EUROPA COSA DECIDERA’ IN MERITO? BOH!

  • Giuseppe 17 Marzo 2020

    Dopo il sacrificio che stiamo facendo chiudendo tutta Italia e tutte le frontiere con gli Stati europei dovremmo accogliere a farci reinfettare? Per il sindaco di Lampedusa che è buono con i migranti perchè dice di portarli altrove? Li prenda in carico lui. Io direi che proprio Lampedusa è perfetta per la quarantena se no in Italia come ben sappiamo riescono a sfuggire questi poveri rifugiati muscolosi e col cellulare in mano che gridano diritti all’italia e cantano bella ciao anzichè andare a combattere nella loro terra per ottenere i diritti. E si vede che non ci sono i partigiani di una volta.

  • Giuseppe Forconi 15 Marzo 2020

    Avete tutti un mondo di ragione, ma alla luce della nuda e cruda realta’, non ci sono soluzioni per mancanza di ” Regole ferree ” come dice Giuseppe.
    Vaticano, ONG’S, UE, Gentiloni, Boldrini e via discorrendo, se ne fregano del Virus o delle criminose attivita’ che costoro in arrivo dalla Libia effettueranno su questo povero Paese.
    Cannoneggiare un’altro essere umano non e’ corretto, ma fermarlo prima che metta piede dentro un gommone, questo si che e’ corretto.
    Tutto si puo’ fare ( anche se e’ urgente farlo gia’ da ieri ) ma con questo, (++++ ##### ‘****8888) non ho parole pulite per definire questo squallido governo, non si riuscira’ nel salvataggio dell’Italia.
    Virus o non Virus, se non si scende in piazza, TUTTI, dico TUTTI, cioe’ 20 milioni di italiani ( gli altri restanti sono comunisti e non scenderanno ) bloccando interamente qualsiasi attivita’ per almeno 4 gg, vedrete che i signori incollati o meno alle poltrone, se ne andranno senza fiatare. Ma dovranno poi essere giudicati con serieta’ per quello che hanno o non hanno fatto in questi ultimi 20 anni.
    Drastico…? Ditemelo voi.

  • Anna Maria 15 Marzo 2020

    Eh già adesso i NEGRIERI ALLA SOROS, I DELINQUENTI DELLE ONG CAVALCANO IN MODO VOMITEVOLE IL DISCORSO DELLA PANDEMIA IN ATTO PER SCARICARE SEMPRE PIÙ ORDE DI AFRICANI SULLE NOSTRE COSTE! Se fossimo uno Stato che si facesse rispettare manderei sulle nostre coste ad accogliere i “POVERI MIGRANTI” le flotte della Marina militare al suono dei cannoni, chissà forse qualcuno demorderà, la Carola Rackete, ad esempio, tornerà a casa sua a farsi uno shampoo visti i pidocchi che albergano nella testa e nei suoi capelli!!!

  • giovanni vuolo 15 Marzo 2020

    E così adesso, oltre ai migranti economici, dobbiamo soccorrere anche quelli da coronavirus. E mentre gli Italiani vengono respinti come appestati ad ogni latitudine, e noi tutti siamo carcerati fino a data da destinarsi, i migranti possono aggravare la nostra già precaria situazione, ed il governicchio, nemmeno in questa tragica circostanza, decide di scendere sulla terra e salvaguardarci. Sono degli irresponsabili !!!

  • pietro meucci 15 Marzo 2020

    Se non ci pensa questo sgoverno a fermare i contagiati su barconi, ci pensino i cittadini italiani a suon di fucilate, così capiranno che ci siamo rotti i cosiddetti sia di loro che dei kattobuonistikomunistivatikanistimaledettisti.

  • fabio dominicini 15 Marzo 2020

    Ma ora i coglioni dell’accoglienza (Vaticano incluso ) come difenderanno gli italiani dalla peraltro prevista invasione del virus dal NordAfrica ? Useranno le elemosine della UE ed i nostri ospedali per assistere i clandestini !?

  • Silvia Toresi 15 Marzo 2020

    Ma come può l’Italia aiutarli se è difficile curare gli stessi Italiani!!!!!! Andassero in Francia o in Germania!!!!!!

  • eddie.adofol 15 Marzo 2020

    Non illudiamoci i migranti sognano l’ITALIA perché sanno che qui possono rubare/essere mantenuti/ drogarsi/ occupare appartamenti ma la cosa più importante è quella di violentare le nostre mogli/figlie/cugine/nonne e nipotine, perciò quale NAZIONE è più aperta dell’ITALIA cerchiamo piuttosto di far chiudere i nostri confini dall’invasione dall’AFRICA e dall’ORIENTE e cerchiamo di far cadere questo governo ABUSIVO portandoci alle elezioni prima dell’estate. PRIMA GLI ITALIANI VERACI—-

  • Giuseppe 15 Marzo 2020

    Qui signori, se non ci diamo delle regole ferree e la fine

  • giovanni vuolo 14 Marzo 2020

    E così, mentre criminalizziamo (giustamente) gli italiani irresponsabili che fuggono dalla Lombardia per infettare il resto del Paese, accoglieremo benevolmente orde di migranti, senza controllo. A quando il blocco navale ? Prendiamoli a cannonate; i greci sono stati applauditi dall’Europa per aver aperto il fuoco, noi saremo sicuramente messi all’indice. Non si vuole comprendere che questa è una guerra nella guerra, ed il nostro popolo ha il sacrosanto diritto di difendersi

  • Paoletto 14 Marzo 2020

    Bisogna impedire che arrivino migranti dall’ Africa, sarebbe la nostra fine.