Giallo sul video del Tg Leonardo. Prima scompare da Youtube. Poi riappare. Censura a singhiozzo

giovedì 26 marzo 13:33 - di Gloria Sabatini
tgr leonardo

Scomparso. Non c’è traccia. Una manina nella mattina deve aver cancellato da Youtube il video del Tgr Leonardo del 2015. Quello dove compariva il servizio giornalistico sulla costruzione in un laboratorio cinese di un virus potente, fatto in provetta, che – solo per casualità –  attacca i polmoni umani. Diventato virale, il video ha disturbato la comunità scientifica nazionale. O meglio i media amici degli scienziati politicamente corretti. Poi è riapparso. Un po’ sì, un po’ no. Sarà un caso. Colpa del sistema a rischio tilt? O della norma sul copyright dei servizi Rai e Mediaset  che quasi nessuno rispetta? Poco importa. Chi voleva vederlo lo ha visto. E l’imbarazzo degli amici della Cina è grande.

Il video scompare da Youtube. Poi ritorna…

“Attenzione”, dicono gli scienziati, quel virus non è lo stesso che ha causato la pandemia che ha messo in ginocchio il pianeta. Certo. Non è lo stesso. E allora? Non si può diffondere un servizio giornalistico di cinque anni fa, che comunque attiene all’attualità sanitaria di queste settimane? Si è complottisti?  I politici non possono chiedere lumi su che cosa sia avvenuto dal 2015 a oggi in materia di sperimentazioni cinesi?

La Rai ospita gli scienziati “anti-complottisti”

Ieri sera tutti i tg Rai hanno ospitato le rettifiche degli scienziati. Che, voce solenne e sguardo grave, hanno spiegato ai poveri analfabeti di biologia che il Covid19 è totalmente estraneo a quella sperimentazione in laboratorio. Che il coronavirus ha una natura biologica, naturale bla bla. E che il supervirus artificiale made in China è altra roba. Bla bla.

Oggi l’oscuramennto del video sulla piattaforma Youtube. “Anteprima non disponibile”. Si poteva vedere solo navigando online sugli archivi Rai. Poi la ricomparsa.

Fratelli d’Italia ieri ha osato chiedere lumi. Chissà se qualcuno risponderà. Giorgia Meloni lo ha fatto con un post su Facebook.  Matteo Salvini ha fatto più o meno lo stesso. Magari confondendo, nella sua foga consueta, quel virus con il covid19. Tanto che Repubblica si precipita a sfoderane un titolone “Salvini è incappato nell’errore”.

L’interrogazione di Delmastro

Andrea Delmastro, in commissione Esteri della Camera, è sceso in campo. “Siamo sicuri – chiede in un’interrogazione il deputato di Fratelli d’Italia – che il governo cinese  abbia comunicato tutto sul coronavirus sulla sua origine e sulla sua diffusione?”.

Nonostante le rassicurazioni delle autorità sanitarie di Pechino, insiste Delmastro,” stiamo cercando di scoprire la vera fonte del coronavirus. E di costringere i cinesi a essere più trasparenti nelle comunicazioni del virus. Forse c’è qualcosa in più del pipistrello o serpente come causa della pandemia. Ci auguriamo che le sperimentazioni batteriologiche fatta guarda il caso a Wuhan non c’entrino nulla con quanto sta accadendo oggi”. La risposta alla sua interrogazione, che l’esponente di FdI  inserisce in un video su Facebook,  è parzialmente soddisfacente. “Ma capiamo – dice Delmastro – che di più ora non potete dirci…”

 

In Commissione Esteri.Siamo sicuri che il Governo cinese abbia comunicato tutto sul #coronavirusitalia sulla sua…

Pubblicato da Andrea Delmastro su Sabato 8 febbraio 2020

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Almerto 26 marzo 2020

    Ma perchè chiedete al Governo, del quale non vi fidate, i chiarimenti sullo studio Cinese. Fate le vostre ricerche, le analisi scientifiche, proponete al fine un teorema e finitela con le teorie. Per fare ricerche ci vogliono soldi. Ve ne diamo anche troppi, usateli e fateci capire cosa è successo. Il resto sono schiamazzi tra comari.
    Una volta tanto, il coraggio della serietà!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza