Follia a Napoli: uomo in attesa del tampone sputa in faccia ai medici per contagiarli

mercoledì 11 Marzo 11:56 - di Redazione

Stanco di aspettare, innervosito dalla possibilità di aver contratto il coronavirus, aggredizsce verbalmente i medici dell’ospedale Cotugno di Napoli e poi gli sputa in volto. Costringendoli, ovviamente, ad effettuare controlli e una eventuale quarantena. E’ accaduto ieri nel più importante presidio ospedaliero del Mezzogiorno per quanto riguarda le malattie infettive. Un ennesimo segnale di delirio popolare per il coronavirus.

I medici a rischio di contagio da coronavirus

Il rischio è che l’uomo, forse affetto da Coronavirus, potrebbe aver infettato due sanitari, ora in isolamento. Come racconta Il Mattino, durante l’organizzazione dei ricoveri per i casi critici giunti in ospedale £uno dei cittadini in attesa ha cominciato ad inveire contro la dottoressa che aveva chiesto ai pazienti in sala di attesa di aspettare a causa delle emergenze in corso”. “L’uomo, un napoletano che era in compagnia di una donna, ha aggredito la dottoressa, cercando di colpirla mentre un infermiere è intervenuto per difendere la collega. A quel punto l’uomo, che attendeva per eseguire il tampone, ha sputato contro i due sanitari e poi è scappato”.

Al Cotugno non si sputa solo…

“Troppi delinquenti al Cotugno. Serve presidio forze dell’ordine. Solidarietà all’ospedale”, scrive su Facebook il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“Giustamente come afferma il direttore generale dell’ospedale Cotugno di Napoli Maurizio Di Mauro, sputare addosso a una persona quando si hanno, in un momento come questo, sintomatologie e febbre, equivale a
sparare – aggiunge Borrelli -. Io credo che sia anche peggio. Infatti sparare contro una persona è mettere in pericolo una sola persona, sputare contro un medico e un infermiere in momento come questo e in un ospedale come il Cotugno è come sparare contro più persone, perché quel medico e quel infermiere se avessero lavorato potevano salvare molte altre persone. Questo criminale va incriminato con accuse pesantissime”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Silvia Toresi 12 Marzo 2020

    Bisognerebbe fucilarlo!!!!! Il pericolo più grande sono le persone che perdono il controllo!!!!!