Coronavirus, la Cina fuori dall’incubo: è a quota 4 contagi in un giorno. La Apple chiude ovunque, tranne lì

sabato 14 marzo 13:13 - di Redazione
Coronavirus in Cina foto Ansa

Segnali positivi dalla Cina, che ha riportato solo quattro nuovi casi di coronavirus in un giorno, il numero più basso dall’inizio dell’emergenza sette settimane fa. Lo ha reso noto la Commissione sanitaria nazionale. I quattro nuovi casi di infezioni da Covid 19 sono tutti localizzati a Wuhan,capoluogo della provincia dell’Hubei e focolaio della pandemia. Secondo gli aggiornamenti forniti da Pechino, il Paese starebbe registrando in queste ore il livello più basso da quando, da gennaio, è cominciata la raccolta e l’analisi dei dati. E poi, il monitoraggio stringente. Per la prima volta, inoltre, apprendiamo dall’Ansa, «i casi importati di infezione hanno superato quelli locali. Sugli 11 complessivi di ieri, oltre ai 4 di Wuhan, gli altri 7 sono “contagi di ritorno”, di cui 4 a Shanghai, due nel Gansu e uno a Pechino».

Coronavirus, la Cina è fuori dall’incubo

Dunque, più in generale la Cina ha registrato venerdì 11 nuovi casi di coronavirus e 13 morti, tutti nella zona della provincia di Hubei, il fulcro da cui è partito tutto. di più: sempre secondo quanto riferito in queste dal sito dell’Ansa, in base agli «ultimi aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale, ci sono stati anche 17 nuovi casi sospetti, 1.430 persone dimesse dagli ospedali e un calo di pazienti in condizioni critiche di 410 unità, a 3.610. Il totale delle infezioni si è attestato a 80.824, comprensivo di 12.094 pazienti ancora sotto trattamento medico, 65.541 guariti e 3.189 decessi. La percentuale di guarigione è salita all’81%».

A causa dell’epidemia chiude l’Everest

Intanto, chiude l’Everest: fino al 30 aprile le autorità nepalesi, a causa dell’epidemia, non consentiranno spedizioni sulla montagna. Il divieto di scalata era già stato deciso sul versante settentrionale, controllato dalla Cina. Ora anche Katmandu non rilascerà più permessi di arrampicata. Una perdita economica di non poco conto, dato che grazie alle autorizzazioni, secondo il Katmandu Post, entrano nelle casse nepalesi circa 4 milioni di dollari l’anno e, «a partire da ora – ha affermato il Governo – tutti i permessi per la stagione 2020 saranno annullati». Fra le altre misure consigliate da Katmandu, anche una quarantena di 14 giorni ai turisti che non hanno potuto cancellare i loro viaggi nel paese.

In Corea del sud il primo bilancio meno alto da 2 settimane

In Corea del Sud le autorità sanitarie hanno riportato 110 nuovi casi di coronavirus nel Paese e una vittima nelle ultime 24 ore. Si tratta del bilancio meno alto da due settimane, ovvero dal 25 febbraio, che porta a 7.979 il totale dei contagiati nel Paese e a 67 quello dei morti. Lo hanno reso noto i Centri coreani per il controllo e la prevenzione della malattia. L’agenzia di stampa Yonhap segnala che per la prima volta in un giorno il numero delle persone guarite ha superato quelle che hanno contratto l’infezione.

Apple chiude i negozi ovunque, tranne che in Cina

La Apple chiude i suoi negozi in tutto il mondo tranne che i 42 in Cina. Lo annuncia il Ceo della compagnia, Tim Cook, sul suo profilo Twitter: «Nei nostri luoghi di lavoro e nelle nostre comunità, dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la diffusione del Covid-19. Apple chiuderà temporaneamente tutti i negozi al di fuori della Grande Cina fino al 27 marzo e impegnerà 15 milioni di dollari per aiutare le guarigioni in tutto il mondo». Parola di Cook, data su tutti i social.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica