Buoni spesa, Fdi denuncia l’ultima beffa avallata da Zingaretti: alle famiglie il misero contributo di 5€ al giorno

lunedì 30 marzo 15:27 - di Redazione
Il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti foto Ansa

Il gruppo di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio proprio non ci sta. E sulla beffa ai contribuenti, impartita dal governatore Zingaretti con i buoni spesa fanno due conti. E il totale non torna…  Tanto che, in una nota diramata agli addetti ai lavori, dichiara: «L’intervento economico di venti milioni di euro, annunciato dal Presidente Zingaretti a sostegno delle fasce più deboli della popolazione del Lazio, si traduce in un primo debole segnale. E in un misero contributo di appena 5 euro al giorno che sarà erogato dai Comuni agli aventi diritto per l’acquisto di generi alimentari. Una misura assolutamente insoddisfacente ed inadeguata. A fronte di una situazione economica drammatica che espone le famiglie più bisognose al rischio di non poter disporre dei mezzi di sussistenza necessari».

Buoni spesa, Fdi: l’intervento economico annunciato da Zingaretti è una beffa

Non solo. Proseguendo nella loro denuncia, gli esponenti di Fdi rilevano come «il sostegno economico annunciato non tiene conto dei reali fabbisogni che provengono dai territori in quanto le risorse sono assegnate ai Comuni del Lazio e ai Municipi della Capitale, sulla base della popolazione residente. E non in ragione delle situazioni di bisogno rilevate dai servizi sociali. L’effetto di questa miope distribuzione è tale da non considerare le differenze che emergono, ad esempio, nel tessuto cittadino romano tra Municipi caratterizzati da quartieri popolari con situazione di disagio sociale importante, e territori più benestanti». Un ulteriore “svista”, da parte del segretario dem, che rischia di avallare odiose sperequazioni, alimentando divario sociale e malcontento.

Le regioni chiedano di usare i fondi non solo per buoni spesa e derrate alimentari

Per questo, all’indignazione e allo sconcerto, il gruppo di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio coglie l’occasione, e lo ribadisce nella nota, «per appellarci al Governo nazionale e regionale e chiedere meno annunci solo propagandistici. E, soprattutto, per chiedere ad alcuni di limitare le loro reazioni scomposte. Per questo – prosegue la nota – bene ha fatto il nostro leader Giorgia Meloni a ribadire con forza che il Governo nazionale deve immettere liquidità immediata nei conti correnti dei cittadini bisognosi. Senza dover introdurre ulteriori meccanismi burocratici che avrebbero l’effetto di protrarre in avanti un intervento che, invece, è urgentissimo. Mentre, così facendo, si continua a scaricare responsabilità sugli enti locali. Le regioni quindi chiedano di usare i fondi non solo per buoni spesa e derrate alimentari, ma anche per altre necessità. Vedi il pagamento delle bollette, per superare la vergogna che può colpire i nuovi poveri».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 31 marzo 2020

    …. e intanto gira libero e giocondo facendo danni. Come puo’ lo zingaretti essere libero di girare pur essendo portatore del velenoso e pericoloso virus Togliattiano ??
    Ricordate che non c’e’ ancora un antivirus per distruggerlo.
    State lontani da qualsiasi persona che sospettate sia portatore del virus.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica