Strage in Thailandia, militare spara in un centro commerciale in diretta Fb. Almeno 17 i morti

sabato 8 febbraio 17:15 - di redazione
Thailandia

Strage e terrore in Thailandia. Un soldato thailandese ha aperto il fuoco nei pressi del centro commerciale “Terminal 12” a Khorat, nel Nordest del Paese. E ha ucciso almeno 17 persone. Il tutto in diretta su Facebook. L’uomo, il sergente Jakkrapanth Thomma, si era impossessato di un hummer militare per recarsi presso il centro commerciale. Qui all’improvviso  ha aperto il fuoco sparando all’impazzata sui clienti. Sui media thailandesi e sui social network circolano diversi filmati in cui si vede la gente fuggire e si sentono i colpi esplosi dall’uomo.

Strage in Thailandia, soldato spara in un centro commerciale

Non è ancora chiara la dinamica. della carneficina in Thailandia. Sembra che l’uomo abbia ucciso il suo comandante e alte due persone nella sua caserma prima di fuggire a bordo a bordo di una jeep rubata. Quindi avrebbe continuato a colpire altri civili, lungo la strada e all’interno del centro commerciale, nel distretto di Muang. Poi si è asserragliato nel mall, dove sarebbe rinchiuso al quarto piano con alcuni ostaggi.

L’assalto in diretta su Facebook

Non è definitivo il bilancio dei morti. Finora le notizie parlando di 17 vittime. L’assalitore ha anche trasmesso in diretta Facebook l’intero assalto nel centro commerciale (che è stato subito rimosso dal social). E ha pubblicato un selfie con un fucile e il commento “Così stanco”. Dopo la strage il militare è riuscito a dileguarsi. Alla base della folle azione di Thomma ci sarebbe un diverbio privato. La polizia di Khorat ha spiegato che il militare ha avuto una lite legata a un accordo su dei terreni. Quindi ha sparato a due persone coinvolte, il comandante Anantharot Krasae e una donna. Poi si è diretto al centro commerciale dove si è svolta la carneficina di civili.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza