Regionali, Meloni non molla su Puglia e Marche. Tajani smentisce i rumors: «Non rinunciamo alla Campania»

mercoledì 12 febbraio 11:45 - di Monica Pucci

Regionali, il rebus delle candidature continua, nonostante i patti già sottoscritti dai tre leader del centrodestra, Salvini, Meloni e Berlusconi. Il silenzio del leghista alimenta indiscrezioni su possibili “scambi” di candidature. E costringono Forza Italia a ribadire.

Per Forza Italia “la Campania rappresenta una priorità. Non intendiamo affatto cedere la candidatura a presidente della Regione”. Lo afferma il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani, a margine della plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo. La smentita arriva dopo i rumors dei giornali che questa mattina parlano di possibili “rinunce” degli azzurri, a vantaggio della Lega o di Forza Italia.

«Abbiamo dimostrato con il risultato elettorale in Calabria – prosegue Tajani – qual è la forza del nostro movimento politico nel Sud. Ci sono accordi pregressi che vanno rispettati. Il comitato di presidenza, un organismo formale, ha ratificato l’idea di Silvio Berlusconi di chiedere a Stefano Caldoro di candidarsi».

«Il 22 marzo saremo tutti a Napoli per la riunione di tutti gli eletti di Forza Italia, dal Parlamento Europeo ai municipi. E’ un segnale di attenzione che abbiamo nei confronti della Campania e del Sud. Ogni volta che c’è stato un candidato di Forza Italia alla guida della coalizione il centrodestra ha vinto. I sondaggi dicono che in Campania siamo il primo partito del centrodestra», conclude Tajani. Ma il dibattito sulle candidature alle Regionali, nel centrodestra prosegue.

Regionali, la Meloni chiede a Salvini di rispettare i Patti

«I patti stabiliti nel centrodestra sulle candidature alle prossime regionali vanno mantenuti. FdI li ha sempre rispettati e questo si aspetta anche dagli alleati». Giorgia Meloni, ieri sera, a Cartabianca, ha ribadito che il suo partito non rinuncia in nessun modo alla candidatura di Raffaele Fitto (nella foto in alto con Matteo Salvini) in Puglia. E neanche a quella di Francesco Acquaroli nelle Marche.  Ieri sera la leader di Fratelli d’Italia, pur smentendo guerriglie politiche in atto tra lei e Salvini, ha ricordato che dal leader della Lega si aspetta il rispetto degli accordi. «Matteo onori i patti e non sia aggressivo nei nostri confronti. Se vuole una regione del Sud si rivolga a Berlusconi e gli chieda la Campania. I patti – ha sottolineato la leader di Fdi – sono stati chiusi e sottoscritti mesi fa e riaprirli adesso servirebbe soltanto a indebolire i candidati della coalizione».  Fdi – ha ribadito la leader di FdI – “chiede la stessa lealtà dimostrata e lo stesso impegno totale che il partito ha dimostrato in Umbria e Emilia-Romagna, quando c’erano candidati presidenti della Lega”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza