Mosca, accoltella i fedeli alla messa della domenica: due feriti

domenica 16 febbraio 12:50 - di Redazione

Un uomo col volto coperto ha fatto irruzione durante la messa domenicale, accoltellando due persone. L’attacco è avvenuto a Mosca, nella chiesa di San Nicola.

Stando alle prime informazioni, rese note dai media russi, l’assalitore è stato neutralizzato dagli stessi fedeli russi che stavano partecipando alla messa.

Secondo quanto reso noto in conferenza stampa dalla portavoce del ministero dell’Interno, Irina Volk, l’aggressore – un 26enne residente nella regione di Lipetsk – è stato arrestato dagli agenti di polizia al termine di un inseguimento, mentre le vittime (entrambi sacerdoti) sono state trasferite in strutture mediche ma non sono in pericolo di vita.

L’attacco di Mosca? Per la Tass è uno squilibrato

Secondo la catena televisiva Ren-TV, l’uomo ha fatto irruzione nella chiesa di Mosca durante la messa. Provvidenzialmente, alcuni parrocchiani lo hanno neutralizzato, fino all’arrivo della polizia. Il sacerdote della chiesa, Kirill Sladkoov, ha raccontato che l’assalitore indossava guanti, sciarpa e occhiali e sentiva musica con le cuffie. “Siamo andati da lui per scoprire cosa stava succedendo e farlo uscire con calma. In quel momento ha tirato fuori un coltello e ha colpito il mio assistente. Dopo di che, tutti i miei assistenti presenti hanno cercato di fermarlo. A quel punto, l’aggressore ha dato due colpi a un altro dei miei colleghi”, ha detto a Ren-TV. Secondo quanto riferisce la Tass, l’uomo è apparso sembrava “uno squilibrato”.

La Russia ha registrato negli ultimi anni rari attacchi con coltelli da strada, alcuni dei quali rivendicati dal gruppo jihadista Islamic State (Isis) senza che le autorità abbiano ufficialmente incluso il terrorismo nell’indagine.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza