Meloni: “Non hanno un briciolo di dignità. Il governo rossogiallo è alla frutta” (video)

sabato 15 febbraio 19:13 - di Guglielmo Federici
Meloni

Un richiamo alla dignità al governo giallorosso. E’ un ossimoro, ma Giorgia Meloni dai suoi profili social tenta di fare breccia nell’indifendibile Conte 2. La leader di FdI nonnomi a direttamente Giuseppe Conte, ma il richiamo è esplicito. “Il governo è ormai alla frutta. Se è rimasto loro un briciolo di dignità, abbiano il coraggio di presentarsi davanti ai cittadini in libere elezioni. Gli italiani hanno bisogno di un governo unito, forte e che difenda gli interessi nazionali. FdI continua a lavorare per questo”.

Meloni: “Abbiano coraggio dignità”

Delle losche manovre dietro le quinte, delle tattiche e delle manfrine  tra Giuseppe Conte e Matteo Renzi alla Meloni non interessa. Queste alchimie messe in campo contro il sentimento popolare degli italiani sono indigeste. Di qui il richiamo alla dignità. Già nelle scorse ore aveva dichiarato che il governo “è alle battute finali”. “Abbiano il coraggio di presentarsi davanti ai cittadini in libere elezioni”. La dignità se uno non ce l’ha non se la può dare. Come diceva Don Abbondio a proposito del coraggio. Per questo, con la dignità la battaglia è persa. Non è persa, di contro, la sfida che FdI sta lanciando a tutto campo e su ogni aspetto e su ogni i tema della vita del Paese.

Una sfida ripagata dal consenso. “Sono molto felice che il nostro progetto sia sempre più apprezzato e il nostro impegno riconosciuto”, ha detto Giorgia Meloni commentando il lusinghiero 13% dei consensi che il sondaggio Demos le ha assegnato. “Certo, è pur sempre solo un sondaggio, ma la vostra partecipazione ci dà la forza per continuare a dare il massimo per l’Italia e gli italiani. Avanti Fratelli e Sorelle d’Italia! ” ha scritto su Fb.

Quindi Giorgia Meloni ha richiamao l’attenzione sulla raccolta firme di Fratelli d’Italia per le quattro proposte di legge di iniziativa popolare per modificare la Costituzione. Una raccolta che continua in questo fine settimana. I temi sono i cavalli di battaglia di FdI.

– Elezione diretta del Presidente della Repubblica.
– Abolizione dei senatori a vita.
– Tetto alle tasse in Costituzione.
– Supremazia della Costituzione Italiana sulle norme europee.

50 mila firme sono necessarie per ogni proposta. 50 mila firme necessarie per un’Italia che voglia pensare in grande.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carlo Cervini 17 febbraio 2020

    Non ti meravigliare Giorgia, i comunisti & Affini non hanno mai avuto una dignità, chi ce l’ha non pensa certamente solo a ridistribuire i beni degli altri o a debito lasciando il conto da pagare……………la chiamano giustizia sociale………………vallo a raccontare agli infoibati, alle vittime della “Volante Rossa” e a tutti i lavoratori cui hanno mangiato stipendi e vitalizi.

  • Rosi 17 febbraio 2020

    La persona che ci deve mandare al voto è Mattarella. Si comporta da ignavo, non fa nulla e finge che tutto vada bene, mentre l’Italia è allo sfascio….

  • ANTONIO GIOVANNETTI 16 febbraio 2020

    Giorgia… Sarà anche alla frutta, il governo, però non diciamo “meno male” perché dopo la frutta ci sarà il dolce, il caffé, il grappino, e poi forse anche la siesta. PURTROPPO !!!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica