Libia, sfogo di Orfini: è la pagina più vergognosa del Pd. E a Pozzallo sbarcano altri 363 immigrati

domenica 2 Febbraio 11:57 - di Redazione
Libia - la Open Arms scarica altri 363 immigrati

Esplode il caso Libia all’interno del Pd. Proprio mentre il governo Conte apre il porto di Pozzallo all’ennesimo sbarco di extracomunitari. Altri 363 immigrati che entrano in Italia.

“Ho perso. Abbiamo perso”, si sfoga Matteo Orfini. Ricordando che oggi “gli accordi con la Libia saranno rinnovati così come sono. Senza alcuna modifica”.

Il parlamentare Pd scarica tutta la sua frustrazione su Facebook. “Nonostante le denunce – aggiunge – e le inchieste. Nonostante le Nazioni Unite abbiano deciso di abbandonare la Libia perché troppo pericolosa. e l’Europa ci chieda di smetterla di collaborare con una banda di trafficanti che, pudicamente chiamiamo guardia costiera libica. Nulla è cambiato”.

“Le promesse del governo non sono state mantenute – accusa Orfini mettendo il Pd e il governo Conte di fronte a tutte le contraddizioni più imbarazzanti – Il rispetto dei diritti umani viene evocato tanto per fare. Ma nulla di concreto viene fatto per garantirlo”.

“Anzi continuiamo a finanziare chi li viola sistematicamente. Torturando. Stuprando. Uccidendo. Continuiamo – dice Orfini puntando il dito contro l’ipocrisia del Pd – a pagare per chiudere all’inferno chi non vogliamo veder arrivare in Europa”.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica