Francesco Facchinetti: «La quarantena è fascista? Ma che c***o avete nella testa?»

lunedì 24 febbraio 8:48 - di Massimo Baiocchi

Le parole più dure sul coronavirus, nel mondo dello spettacolo, sono di Francesco Facchinetti. Che attacca i ritardi nei provvedimenti presi in Italia. Parole che rispecchiano il pensiero di tanti italiani. Ritardi dovuti all’ipocrisia buonista di chi parlava di discriminazione. «Sono veramente basito. Bastava fare la cosa più logica del mondo: mettere in quarantena tutte le persone che arrivavano dalla Cina», afferma.

Francesco Facchinetti: «Chiunque andava messo in quarantena»

«Ma quelli che dicono “Hai visto che il paziente 1 non era cinese ma lombardo leghista? Vi sta bene, i Cinesi non c’entrano niente”. Ma che cazzo avete nella testa? Cereali sottomarca? La quarantena doveva valere per tutti: cinesi, italiani e teste di cazzo come voi». Francesco Facchinetti incalza: «In Italia si muore, ma andiamo tranquilli. La quarantena non serve. Poi ci sono quelli che si attaccano al “Poveri cinesi, non andavano messi in quarantena”.  Ma cosa c’entrano i cinesi? Chiunque andava messo in quarantena».

«Idiozia che aleggia nel nostro Paese»

«In Italia riusciamo a politicizzare anche un’epidemia che creerà delle stragi di vite umane. Affermazione del tipo “La quarantena è fascista” fanno capire la idiocrazia che aleggia nel nostro bel paese. Siamo: Ital- ioti! Che pena!», conclude Francesco Facchinetti.

Le trasmissioni in onda senza pubblico

Il mondo dello spettacolo è scosso. Aumenta il numero delle trasmissioni che si svolgono senza il pubblico in studio da Milano. Per quanto riguarda Mediaset, dopo “Le Iene” anche “Live – Non è la D’Urso” è andata in onda senza il pubblico. «E’ in rispetto dell’ordinanza della Regione Lombardia», dice Barbara D’Urso. «E’ una scelta che condivido totalmente per il senso di responsabilità verso il pubblico stesso, verso gli ospiti e verso i tecnici che lavorano al programma».

The show must go on”, ma senza rischi

«Si dice “The show must go on”, sì ma giustamente. Ma senza esporre le persone ad alcun tipo di rischio inutile», prosegue Barbara D’Urso. Per quanto riguarda la Rai, anche “La Domenica Sportiva” e “Che tempo che fa”  in onda senza il pubblico in studio. La Rai ha deciso di non far accedere il pubblico «a scopo precauzionale».  Nessun cambiamento invece per le trasmissioni in onda da Roma: “Domenica In” su Rai1 è andata in onda con il pubblico regolarmente in studio. Stessa cosa per “Non è l’Arena” condotta da Massimo Giletti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza