Fate meno figli per salvare il pianeta: è bufera sul volantino del Comune di Cremona (a guida Pd)

giovedì 6 febbraio 16:57 - di Redazione

Fate meno figli per salvare il pianeta e l’ambiente. Sarebbe questo il comportamento responsabile da adottare che il Comune di Cremona (a guida Pd) rivolge ai cittadini. E lo fa con un opuscolo sulla spesa responsabile. “Il consiglio choc – scrive Avvenire – campeggia a pagina 15, dove tra le “quattro azioni individuali più efficaci per mitigare i cambiamenti climatici” figura il consiglio di evitare le gravidanze”. Le altre azioni da evitare: mangiare carne rossa, usare l’auto e usare l’aereo. La pubblicazione è firmata da due assessori, Rosita Viola (con delega, tra l’altro, alle politiche familiari) e Simona Pasquali (Mobilità sostenibile e Ambiente).

Fate meno figli: proprio il consiglio giusto in un Paese dove il declino demografico è inesorabile da anni. Il sindaco Gianluca Galimberti, resosi conto della gaffe, dice di non condividere l’opuscolo e sconfessa i suoi assessori: “Quello che c’è scritto è sbagliato e stupido”. Ma la polemica monta lo stesso.

Il segretario cittadino di Fratelli d’Italia, Luca Grignani, in una nota sottolinea che l’accaduto è un “segno tangibile di totale assenza di cultura e di decadimento della nostra civiltà”. La Lega parla di “insulto alle politiche per la famiglia”.

Sul tema interviene anche il presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo: “A me interessa ribadire che un certo ambientalismo è più individualista ed egoista del liberismo sfrenato”. Un figlio – aggiunge – ti costringe ad essere ambientalista perché ti dà una prospettiva di senso nel futuro e del futuro. Se hai un figlio anche fare la differenziata diventa un atto di amore e non un obbligo comunale”. “La prossima volta – conclude il presidente del Forum delle associazioni familiari – meno carne rossa, no auto, no aereo, più figli e meno… cavolate!”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza